CDS – Reja-Hernanes trovata l’intesa

CDS – Reja-Hernanes trovata l’intesa

(CORRIERE DELLO SPORT) – ROMA – Voleva parlare con Hernanes, lo ha fatto subito, senza perdere tempo o lasciare campo agli equivoci. Reja è entrato di prepotenza a Formello, ha subito confessato la Lazio, cercando di accelerare le tappe di un lavoro faticoso e pieno di difficoltà. E’ fondamentale ritrovare…

(CORRIERE DELLO SPORT) – ROMA – Voleva parlare con Hernanes, lo ha fatto subito, senza perdere tempo o lasciare campo agli equivoci. Reja è entrato di prepotenza a Formello, ha subito confessato la Lazio, cercando di accelerare le tappe di un lavoro faticoso e pieno di difficoltà. E’ fondamentale ritrovare la classe e i colpi del centrocampista brasiliano. Il tecnico friulano e anche Lotito si sono a lungo confrontati sul tema. Il Profeta è finito in confusione, si è espresso negli ultimi mesi in modo totalmente differente dalla passata stagione e anche dal biennio sotto la guida di Reja. La Lazio non ritiene che sia stato distratto dalla trattativa legata al rinnovo del contratto o dalle possibile distrazioni del mercato. C’è anche altro e l’argomento è stato subito sviluppato dal tecnico goriziano.

MONDIALE – Il colloquio ha fatto registrare segnali positivi, così come è stato confermato anche da persone vicine al talento di Recife. Il Profeta ha un solo timore. Con Reja, soprattutto nel suo secondo campionato, aveva stabilito il record di sostituzioni subite in serie A. Questo era un motivo che lo aveva spinto a riflettere sul suo rapporto con la Lazio e teme possa accadere di nuovo. Edy lo ha stimolato e pungolato. Se gioca bene, se torna a rendere e segnare gol determinanti per la squadra biancoceleste, non lo toglierà mai dal campo. Dipende da Hernanes, che per primo si rende conto di dover tornare ai suoi livelli per difendere il posto garantito da Scolari in nazionale. Se vuole andare al Mondiale in Brasile, non può continuare a giocare così male. E gli allenatori non c’entrano. Tocca a lui reagire e tirarsi fuori dalla crisi. Reja è pronto a riabbracciare il miglior Hernanes e nel colloquio ha toccato le corde vocali giuste per riaccendere la scintilla negli occhi del brasiliano.

 

MEZZ’ALA – Servono i suoi gol alla Lazio e dal punto di vista tattico è fondamentale trovargli la collocazione ideale prima di stabilire tutto il resto. Hernanes, questa è l’altra notizia positiva del colloquio, ha dato piena disponibilità a Reja. Giocherà dove serve, se necessario anche trequartista, pur non essendo il suo ruolo preferito. Edy su un punto è stato fermo e ha spiegato a Hernanes che non verrà impiegato da mediano, come talvolta è accaduto con Petkovic. Il Profeta ha espresso il suo punto di vista: giocare spalla alla porta lo taglia dalla manovra e non gli permette di evitare i tackle dei difensori. Ma se parte da mezz’ala, può vedere la porta e ha lo spazio per inserirsi. Nel 4-1-4-1 della passata stagione aveva giocato proprio così. Da interno sinistro. E alla fine è probabile che anche Reja si accomodi sul compromesso storico. Mediano no, trequartista può darsi, mezz’ala sinistra di sicuro. Con proiezione offensiva e senza sfiatarsi nel pressing, ma con l’unico obbligo di recuperare la posizione nella fase di non possesso. Occhio a dare per scontato il 4-2-3-1. E’ possibile che Reja, già contro l’Inter, opti per il 4-3-2-1 con Hernanes sulla linea dei tre centrocampisti. Così la Lazio ha vinto la Coppa Italia e dato spettacolo nel girone d’andata del passato campionato. Così può ripartire. Con la fiducia del Profeta ritrovato.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy