CDS – Terim ed Yilmaz ai ferri corti

CDS – Terim ed Yilmaz ai ferri corti

Yilmaz, nonostante le smentite di Egesel, è ai ferri corti con Terim, il tecnico del Galatasaray che ha assunto anche il ruolo di cittì della Turchia. Il fatto è curioso, Burak non ha digerito la bocciatura in Supercoppa e soffre la presenza di Drogba in attacco, ma in Nazionale è…

Yilmaz, nonostante le smentite di Egesel, è ai ferri corti con Terim, il tecnico del Galatasaray che ha assunto anche il ruolo di cittì della Turchia. Il fatto è curioso, Burak non ha digerito la bocciatura in Supercoppa e soffre la presenza di Drogba in attacco, ma in Nazionale è un punto fermo e come selezionatore s’è ritrovato proprio Terim: «Dopo la Supercoppa posso confermare che Yilmaz era molto deluso per non esser partito titolare – ha aggiunto il manager Egesel a lazionews24 – la Lazio è interessata a lui. L’ingaggio non sarebbe assolutamente un problema, lo posso garantire» . L’ingaggio non sarebbe un problema, dice il procuratore. E’ un punto a favore della Lazio, ma c’è da convincere il Galatasaray. Unal Aysal, il presidente dei turchi, chiede 15 milioni, ha blindato il suo attaccante e sarebbe pronto a riconoscergli il rinnovo pur di tenerlo in Turchia (Yilmaz potrebbe cadere in tentazione…). La Lazio ha offerto 10 milioni proponendo un pagamento quadriennale. La società non va oltre, ha provato ad inserire nell’operazione Kozak per abbassare i costi dell’affare, la mossa non ha avuto successo. Sarà fatto un ultimo tentativo per arrivare a Yilmaz, se l’operazione fallirà la società tessererà il colombiano Perea. L’arrivo di un bomber in più (però comunitario) non sarebbe da escludere: Matavz del Psv Eindhoven (in gol contro il Milan) piace da mesi e Matri (mollato dal Napoli) è sempre sul mercato. (Corrieredellosport)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy