CDS – Vinciamo noi E poi i rinforzi»

CDS – Vinciamo noi E poi i rinforzi»

ROMA – «Vince la Lazio, dobbiamo vincere, è fondamentale» . Strana, la vita. Stranissimo, il derby. Igli Tare l’ha vissuto da giocatore e lo vive da dirigente. Ma uno così, con la Coppa Italia in ballo, era inimmaginabile per tutti. Il derby dei direttori sportivi vede in campo Sabatini e…

ROMA – «Vince la Lazio, dobbiamo vincere, è fondamentale» . Strana, la vita. Stranissimo, il derby. Igli Tare l’ha vissuto da giocatore e lo vive da dirigente. Ma uno così, con la Coppa Italia in ballo, era inimmaginabile per tutti. Il derby dei direttori sportivi vede in campo Sabatini e Tare, una volta si ritrovavano a Formello. Tare ha preso il posto di Sabatini e vuole prendersi il derbyssimo. Strano, il destino:«I derby fanno storia a sè – ha detto Tare – sono partite che devono essere vissute fino all’ultimo minuto. In campo bisogna scendere con la giusta calma, con la giusta serenità. Arrivare troppo carichi al match è negativo» . Tare è stato intervistato da Sky, ha raccontato le sue emozioni, le sue sensazioni: «Domenica si vivrà un grande evento, lo sarà innanzitutto per la città di Roma. Un derby del genere si verifica per la prima volta nella storia del calcio italiano. Sarà una grande festa e che vinca il migliore…» , ha detto sportivamente. La Lazio vuole essere la migliore.

I BILANCI – Il derby, la Coppa Italia, l’Europa. La finalissima decreterà promossi e bocciati, definirà le strategie future, non solo le gerarchie cittadine. Tare e Lotito sono rimasti delusi dal finale di campionato, erano imbufaliti domenica a Trieste. Ma a mente fredda valutano la stagione positivamente: «Io vedo sempre il bicchiere mezzo pieno. E’ vero, la stagione non è stata quella che ci aspettavamo, ma chi conosce la squadra sa che rispetto all’anno scorso ha fatto dei passi in avanti importanti. Sono passi che riguardano la crescita ecco perché non siamo sfiduciati. Noi siamo consapevoli del fatto che ci sia ancora tanto da fare per migliorare. Certi aspetti andranno valutati con calma nei momenti opportuni» . Lotito ha blindato Petkovic, la società vuole ripartire da lui. Lo stesso vale per Hernanes, il diesse conferma la linea: «Petkovic ed Hernanes restano. L’allenatore ha svolto un ottimo lavoro e ha un contratto in essere» . Mercato, il diesse ha smentito l’interesse per Denis dell’Atalanta: «Non c’è nulla di vero. Ora non pensiamo al mercato, interverremo al momento opportuno, sino a domenica testa concentrata solo sul derby» .

A NORCIA – Tare è in ritiro con la Lazio, ha spiegato i motivi che hanno spinto la società a decidere in questo senso: «Non è una decisione particolare, vogliamo preparare la gara con serenità, lontano da tutto ciò che circonda l’ambiente. Siamo, questo va detto, la squadra che ha giocato di più in tutta la stagione. Per preparare al meglio una partita simile c’è bisogno di serenità» . Tare ha un rimpianto, non riguarda il mercato di gennaio. Eppure l’immobilismo ha creato vari problemi, non è la prima volta che accade. Il diesse respinge le critiche: «Ho un solo rimpianto, per il secondo anno consecutivo, nel momento fondamentale della stagione, ci sono stati infortuni di giocatori chiave. Tutto ciò ha inciso sull’andamento dell’annata. Nessun rimpianto, invece, per il mercato di gennaio». Il razzismo, un male da eliminare: «Il momento è arrivato, bisogna dare una risposta seria al razzismo, bisogna dare un’immagine pulita dell’intero Paese. Domenica, a Roma, speriamo ci sia una dimostrazione di civiltà e di maturità in questo senso» .

Corriere dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy