CDS – Zarate, ok della FIFA: “Aspettano tutti il mio ritorno in campo”

CDS – Zarate, ok della FIFA: “Aspettano tutti il mio ritorno in campo”

Può o non può? Può giocare, per ora. Ha allacciato le scarpette con nonchalance : «Non ho più voglia di andare in Tribunale» . Niente aule giudiziarie, meglio uno stadio. Mauro Zarate ha voglia di rigiocare, di risegnare, s’è stufato di sentirsi spettatore non pagante. Zarate riscende in campo, lo…

Può o non può? Può giocare, per ora. Ha allacciato le scarpette con nonchalance : «Non ho più voglia di andare in Tribunale» . Niente aule giudiziarie, meglio uno stadio. Mauro Zarate ha voglia di rigiocare, di risegnare, s’è stufato di sentirsi spettatore non pagante. Zarate riscende in campo, lo farà lunedì con la maglia del Velez Sarsfield, alle 23 locali (le 19 italiane) affronterà l’All Boys in trasferta (match di campionato). La Fifa ha dato l’ok, l’ha comunicato il club argentino pubblicando una nota sul sito ufficiale: «Il Velez Sarsfield informa che il giudice unico della Commissione per lo Status dei calciatori della Fifa ha dato l’abilitazione per giocare a Mauro Zarate. E’ importante notare che l’operazione di abilitazione del giocatore non è stata affatto facile perché sono stati posti molti ostacoli alla libertà di azione del giocatore» . L’ok c’è, ma è provvisorio. Zarate e il Velez vanno avanti per la loro strada. Mauro ha applicato l’articolo 14 della Fifa, ha esercitato il recesso unilaterale del contratto per giusta causa. La federazione internazionale, in attesa del giudizio, ha concesso al giocatore l’autorizzazione per giocare. Il Velez, dopo aver fatto firmare un biennale a Zarate, aveva inoltrato richiesta di nulla osta per il tesseramento. La Lazio non ha mollato la presa, studia le mosse, è pronta a ricorrere nelle sedi preposte, vuole difendere i suoi diritti. Il Collegio Arbitrale a luglio aveva bocciato il ricorso dell’argentino negando la risoluzione del contratto (è rimasto in scadenza nel giugno 2014).

LE PAROLE – Zarate s’è fatto sentire dall’Argentina, ha annunciato ai quattro venti il suo ritorno in campo con la maglia del Velez, la squadra che l’ha svezzato: «Sono emozionato! Mi sento molto bene, pronto fisicamente. L’unica cosa che mi serve è la tranquillità, devo stare sereno e non essere ansioso nella ricerca del gol. Non vedo l’ora di tornare a giocare sabato prossimo nell’Amalfitani (lo stadio del Velez Sarsfield, ndr) , ma prima abbiamo una partita importantissima come quella di lunedì contro l’All Boys. Voglio mostrare quanto valgo, speriamo di ottenere i 3 punti già dalla prossima gara» . L’ultima gara giocata da Zarate risale al novembre 2012, fu schierato in Lazio-Panathinaikos, si disputava un match di Europa League: «Aspettano tutti il mio ritorno in campo, mio fratello vuole vedermi bene come in passato con le mie giocate, la velocità e le diagonali. L’esperienza di padre mi ha fatto crescere molto, sono ancora giovane, ma la cosa non mi ha messo paura. La piccola mi affascina tanto, spesso mia moglie mi dice che sono un buon padre. Aspetto sempre di tenerla in braccio, mi piace giocarci insieme e andare a dormire dopo che lei si è addormentata» . (Daniele Rindone)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy