“C’era chi pensava alle Nazionali”

“C’era chi pensava alle Nazionali”

Una sconfitta che brucia. Lo dice Vladimir Petkovic, lo pensa tutta la Lazio. Del resto, quando il gol che decide una gara arriva all’ultimo dei 5’ di recupero non può essere altrimenti. Ma è l’intero pomeriggio genovese che lascia l’amaro in bocca ai biancocelesti, incappati nella seconda sconfitta consecutiva in…

Una sconfitta che brucia. Lo dice Vladimir Petkovic, lo pensa tutta la Lazio. Del resto, quando il gol che decide una gara arriva all’ultimo dei 5’ di recupero non può essere altrimenti. Ma è l’intero pomeriggio genovese che lascia l’amaro in bocca ai biancocelesti, incappati nella seconda sconfitta consecutiva in campionato, un filotto negativo che quest’anno era successo una sola volta e anche in quel caso c’era di mezzo il Genoa (all’andata la Lazio perse in casa coi rossoblù, poi fu sconfitta pure nella successiva sfida di Napoli).

Problema mentale
Allora la squadra di Petkovic seppe poi rialzarsi, anche stavolta il tecnico è sicuro che accadrà lo stesso. «Saremo capaci di risollevarci e riprendere il cammino», assicura Petko. Che però non risparmia critiche alla sua squadra. «Abbiamo sbagliato l’approccio mentale in varie fasi della partita. In particolare dopo il primo gol del Genoa, quando abbiamo staccato la spina fino all’intervallo. E poi di nuovo nel finale quando abbiamo consentito al Genoa di cercare e trovare il terzo gol. Sicuramente abbiamo pagato pure la stanchezza per l’impegno di Coppa Italia con la Juve, ma credo che il calo sia stato soprattutto mentale». Anche perché, sostiene Petko, qualcuno dei suoi giocatori era un po’ distratto. «Sì, in settimana ci sono le partite delle nazionali e qualcuno, magari inconsciamente, si è fatto condizionare da questi impegni». Sul banco degli imputati, i biancocelesti in procinto di rispondere alle convocazioni delle nazionali. Compreso Klose, che peraltro sarà costretto a saltare Francia-Germania: ha infatti rimediato una sospetta distorsione a un ginocchio. È comunque volato in Germania per farsi controllare dallo specialista di fiducia.

Matu che hai fatto?
Ma c’è un infortunio che preoccupa ancora di più in casa Lazio. È quello subito da Brocchi, costretto a uscire appena una decina di minuti dopo essere entrato in campo per un duro intervento di Matuzalem. «Meritava qualcosa di più del giallo», protesta Petkovic. Brocchi è uscito in barella, si è fatto male allo stesso piede che si fratturò un anno e mezzo fa e che lo costrinse a stare lontano dai campi per dieci mesi. L’ex laziale Baronio su twitter adombra sospetti sui motivi della brutta entrata di Matuzalem, che fino a un mese fa era un giocatore della Lazio: «Nasce da questioni personali tra i due».

La Gazzetta dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy