Con lo Stoccarda a porte chiuse

Con lo Stoccarda a porte chiuse

L’UEFA vuole usare il pugno duro contro la Lazio. I gesti razzisti contro il Borussia potrebbero avere conseguenze pesanti. Domani la commissione disciplinare dovrà decidere su far disputare la gara degli ottavi di finale dell’Europa League contro lo Stoccarda a porte chiuse. Ai giudici dell’Uefa sarebbero arrivati rapporto e foto…

L’UEFA vuole usare il pugno duro contro la Lazio. I gesti razzisti contro il Borussia potrebbero avere conseguenze pesanti. Domani la commissione disciplinare dovrà decidere su far disputare la gara degli ottavi di finale dell’Europa League contro lo Stoccarda a porte chiuse. Ai giudici dell’Uefa sarebbero arrivati rapporto e foto su “saluti romani” all’Olimpico durante la partita con il Borussia prima della quale erano stati feriti tre tifosi tedeschi. Non solo ma la società biancoceleste, già diffidata, ha pagato ben 180mila euro di multe per il comportamento degli ultrà. Alle brutte notizie disciplinari, però, fa da contraltare il recupero di Stefano Mauri. Il capitano si era infortunato subito dopo il gol segnato al Napoli da Floccari: nel raccogliere il pallone in fondo alla rete ha inciampato goffamente. Così ha messo fuori uso la caviglia destra. Era il 9 febbraio, e da quel momento il capitano della Lazio non ha più giocato. Il dolore alla caviglia si è esteso fino al polpaccio: ha saltato il doppio confronto con il Borussia e le gare di campionato con Siena e Pescara. Ma ora è pronto a tornare: nel mirino c’è la sfida al “suo” Milan, il club per il quale tifava da bambino. All’andata finì 3-2 per la Lazio: vittoria meritata, ma rispetto a quella partita la squadra di Allegri si è trasformata radicalmente. All’epoca i ragazzi di Petkovic si portarono da 8 a 11 punti di distacco dai rossoneri che veleggiavano nei bassifondi della classifica. Oggi invece il Milan è diventato il principale antagonista per la corsa al terzo posto. Mancherà invece ancora Miro Klose, che da quando è arrivato alla Lazio contro il Diavolo in campionato ha sempre lasciato il segno con 2 gol in 2 partite (ha giocato anche una ventina di minuti nella sconfitta per 3-1 nei quarti di finale di Coppa Italia della stagione scorsa). Per rivedere il tedesco in campo però si dovrà ancora attendere. Il suo obiettivo, si sa, è quello di scendere in campo nel derby del 7 aprile.

La Repubblica

Cittaceleste



0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy