E’ crisi di risultati

E’ crisi di risultati

Una Lazio ampiamente rimaneggiata perde anche a Torino, certificando la grave crisi di risultati in campionato. La terza sconfitta consecutiva fa restare inchiodata la squadra al terzo posto, a 7 punti dalla zona Champions, affiancata anche dalla Roma e dall’Inter, che non ha giocato in casa della Sampdoria. Tante le…

Una Lazio ampiamente rimaneggiata perde anche a Torino, certificando la grave crisi di risultati in campionato. La terza sconfitta consecutiva fa restare inchiodata la squadra al terzo posto, a 7 punti dalla zona Champions, affiancata anche dalla Roma e dall’Inter, che non ha giocato in casa della Sampdoria. Tante le assenze importanti nella formazione di Petkovic: Klose, Hernanes, Dias, Mauri, Floccari, Konko. A penalizzare ulteriormente la difficile situazione si aggiunge, dopo un quarto d’ora l’espulsione di Ciani che, nello spazio di un minuto, rimedia due gialli per altrettanti interventi su Barreto. Serata invernale, con nevicata fitta per tutta la partita a rendere il terreno, completamente imbiancato, al limite della praticabilità. Condizioni ambientali veramente proibitivi e controllo del pallone complicato per tutti i calciatori in campo. La Lazio, nonostante l’inferiorità numerica, tiene bene il confronto, sfiorando anche il vantaggio con un colpo di testa di Cana, che colpisce il palo, e con una perentoria azione di Lulic non sfruttata da Kozak. La sconfitta matura solo nel finale quando il tecnico granata Ventura indovina la mossa vincente inserendo Jonathas. L’attaccante brasiliano, al primo pallone che tocca, firma il gol che decide la sfida e regala al Torino una vittoria con il sapore della salvezza. Per la Lazio, invece, continua il periodo negativo.

Il Messaggero

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy