E Zauri torna in panchina

E Zauri torna in panchina

 La scelta tecnica di Petkovic ha un profondo significato: con la possibilità di portare dodici giocatori in panchina Zarate, pur non essendo oggi un titolare, avrebbe trovato sicuramente posto. Peraltro è l’unico attaccante esterno di ruolo. Dopo la notte con il Maribor, Petkovic ha perso di nuobo Ederson, bloccato da…

 La scelta tecnica di Petkovic ha un profondo significato: con la possibilità di portare dodici giocatori in panchina Zarate, pur non essendo oggi un titolare, avrebbe trovato sicuramente posto. Peraltro è l’unico attaccante esterno di ruolo. Dopo la notte con il Maribor, Petkovic ha perso di nuobo Ederson, bloccato da una contrattura agli adduttori della coscia sinistra. Al posto di Zarate, in panchina troverà collocazione Luciano Zauri, che solo in occasione della partita interna con il Genoa era entrato nella lista dei convocati. Petkovic a Pescara ne ha portati 23. In partenza si affiderà alla Lazio più collaudata. Biava prenderà il posto di Ciani e farà coppia con Dias, Lulic agirà da terzino sinistro (con Cavanda in panchina) e Ledesma tornerà a governare il gioco a centrocampo. Petkovic chiederà gli straordinari a Gonzalez e Candreva, in odore di convocazione in nazionale. Mauri l’altro esterno offensivo. Klose guiderà l’attacco. In panchina, con Bizzarri e Carrizo, troveranno posto anche Stankevicius, Cana, Scaloni, Rocchi, Onazi, Kozak e Floccari. Petkovic ha preparato l’assalto: vuole dare subito l’impronta giusta alla partita, il suo piano (se possibile) sarebbe quello di sbloccare subito il risultato e di provare a chiudere la partita, proprio come accadde a Verona con il Chievo. Occhio alla fase difensiva: per limitare il tridente del Pescara, squadra compatta e aggressiva dal primo minuto.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy