Ecco Pereirinha, affare low cost

Ecco Pereirinha, affare low cost

«Se l’ho preso, vuol dire che è un giocatore utile per la rosa. Mica faccio la raccolta di figurine». Originale, di sicuro: così Claudio Lotito ha commentato l’acquisto di Bruno Pereirinha, 25 anni, esterno portoghese dallo Sporting Lisbona. Il giocatore è già a Roma: ieri mattina l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino,…

«Se l’ho preso, vuol dire che è un giocatore utile per la rosa. Mica faccio la raccolta di figurine». Originale, di sicuro: così Claudio Lotito ha commentato l’acquisto di Bruno Pereirinha, 25 anni, esterno portoghese dallo Sporting Lisbona. Il giocatore è già a Roma: ieri mattina l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino, dove è stato prelevato dal team manager Maurizio Manzini. Poi le visite mediche di rito alla clinica Paideia. Oggi pomeriggio si allenerà a Formello per la prima volta con i compagni, agli ordini di Petkovic.

Svincolato
Con la Lazio Pereirinha ha firmato fino un contratto di tre anni e mezzo, fino al giugno 2016. Per portarlo a Roma la Lazio ha fatto leva sulla situazione contrattuale del giocatore — in scadenza a giugno e senza la minima voglia di rinnovare — oltre che sul difficile momento dello Sporting dal punto di vista economico. Il giocatore arriva alla Lazio da svincolato: il club portoghese ha infatti ufficializzato di aver rescisso il contratto con il giocatore, liberandolo così per l’approdo a Roma.

L’operazione alla rotula
Ma chi è Pereirinha? È un prodotto del settore giovanile dello Sporting Lisbona, lasciato due volte per andare al Vitoria Guimaraes e in Grecia, al Kavala. È un esterno destro, che fa della duttilità la sua dote migliore: può essere impiegato anche a sinistra, ama attaccare e per questo preferisce agire da centrocampista piuttosto che da laterale difensivo. In questa stagione non ha giocato neppure un minuto con la prima squadra: solo tre presenze con lo Sporting B, 199 minuti totali. Il motivo è legato alle condizioni fisiche: il giocatore è stato infatti operato a settembre alla rotula del ginocchio destro. È rapido, dotato di un buon cross e un discreto tiro. Sognava l’occasione italiana. La Lazio gliel’ha regalata.

La Gazzetta dello Sport

 

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy