Ederson ritrovato, Petkovic ci conta

Ederson ritrovato, Petkovic ci conta

Giocatori che vanno e che giocatori che vengono. Dall’infermeria. E’ il leitmotiv della Lazio di questo periodo. Tra nuovi infortunati (gli ultimi sono Dias e Biava) e vecchi che tornano in campo. Il tecnico Petkovic, che ha visto scivolare in classifica la sua squadra proprio in coincidenza delle tante assenze,…

Giocatori che vanno e che giocatori che vengono. Dall’infermeria. E’ il leitmotiv della Lazio di questo periodo. Tra nuovi infortunati (gli ultimi sono Dias e Biava)  e vecchi che tornano in campo. Il tecnico Petkovic, che ha visto scivolare in classifica la sua squadra proprio in coincidenza delle tante  assenze, si aggrappa ovviamente ai recuperi. Sabato contro il Catania, ad esempio, ritroverà il totem Klose, anche se il tedesco pare destinato a ricominciare dalla panchina.

Nuovo Ederson Sarà invece in campo dall’inizio Honorato Ederson e da lui  l’allenatore di Sarajevo si aspetta molto. Nella sfida con il Catania e, più in generale, nell’ultimo scorcio di stagione. Si aspetta molto, Petkovic, perché sa che Ederson molto gli può dare. Se solo riuscirà a trovare un minimo di continuità. Non tecnica ma fisica. Questo è stato per il fantasista brasiliano il grande problema delle ultime stagioni vissute a Lione. Dove è stato spesso fermato da malanni fisici. Lo stesso è accaduto alla Lazio in questa stagione, nel corso della quale ha già dovuto affrontare quattro infortuni. Il primo traumatico (contusione a un ginocchio) durante il ritiro precampionato, gli altri tre tutti muscolari nel corso della stagione. L’ultimo stop ha spinto lo staff sanitario biancoceleste a riconsiderare tutta la situazione del giocatore. Ederson è stato fermato per tre mesi per risolvere una volta per tutti i problemi (posturali) alla base dei suoi frequenti malanni fisici.

Sprint finale Questa sembra la volta buona per vederlo finalmente in campo con continuità. Premessa indispensabile per vederlo anche protagonista. L’impiego a singhiozzo avuto finora non gli ha impedito di risolvere alcune partite. Come le due vittorie dello scorso autunno con Siena eMaribor (gol decisivi in entrambe le sfide) e come il successo di Stoccarda in Europa League di tre settimane fa. Ora che sembra aver risolto i suoi problemi può essere l’arma in più della Lazio nello sprint finale. In campionato e nelle coppe.

La Gazzetta dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy