Floccari-Kozak, tanta Lazio

Floccari-Kozak, tanta Lazio

MOENCHENGLADBACH – Una coppia d’oro, una coppia europea, sono i cannonieri della Coppa. Floccari e Kozak, tre gol in due, che spettacolo. Il valzer del gol l’ha iniziato Floccari: «E’ la partita del salto di qualità, siamo venuti in Germania e abbiamo imposto il nostro gioco. La Lazio ha dimostrato…

MOENCHENGLADBACH – Una coppia d’oro, una coppia europea, sono i cannonieri della Coppa. Floccari e Kozak, tre gol in due, che spettacolo. Il valzer del gol l’ha iniziato Floccari:  «E’ la partita del salto di qualità, siamo venuti in Germania e abbiamo imposto il nostro gioco. La Lazio ha dimostrato di essere grande anche in Europa, ha uno splendido gruppo, vogliamo lottare su tutti i fronti» . E Kozak ha chiuso i conti riacciuffando il Borussia nel finale, due perle
Floccari: «Un salto di qualità, siamo un grande gruppo possiamo lottare sui tre fronti»per lui:  «Non molliamo mai, era successo anche contro la Juventus, giochiamo sino all’ultimo secondo, non ci arrendiamo, ci crediamo sempre. Sono contento per i due gol, non segnavo da tempo. Qual è stata la rete più bella? Entrambe belle e importanti» .

FLOCCARI – Floccari più di Klose, i numeri non contengono il suo exploit. Nono gol stagionale, quattro in campionato e cinque in Europa League. Nelle ultime otto partite ha messo dentro sei gol (i quattro firmati in serie A più la rete siglata in Coppa Italia contro la Juve e quella di ieri col Borussia). Sergio è scatenato:  «E’ stata una parta incredibile, ha avuto più di una fase. Abbiamo sofferto all’inizio, poi ci siamo imposti e siamo passati in vantaggio. Abbiamo subito tre gol da calci piazzati, potevamo andare in difficoltà ma quest’anno dal punto di vista mentale dimostriamo sempre di esserci, la mentalità è vincente. Non era facile recuperare per due volte in Germania, siamo stati bravi» . E’ un momento d’oro:  «Tutti stiamo dimostrando di essere importanti, è giusto che ognuno di noi si faccia trovare pronto. Sono contento per Kozak, ci ha dato una mano, se vogliamo puntare in alto dobbiamo dare il massimo» . Floccari goleador, peccato per il finale, è stato sfortunato, ha deviato la punizione che aveva portato il Borussia sul 3-2:  «Cosa ho detto a Marchetti? Nella punizione, saltando, la palla mi ha sfiorato la testa ed è entrata, siamo stati sfortunati. Segnare tre gol fuori casa è importante, al ritorno
Kozak: «Un pari che può valere la qualificazione Ma non è ancora fatta: sarà dura»sarà comunque dura. La Lazio ha dimostrato la sua forza, la cosa più bella è che abbiamo sempre ribaltato la gara, ci abbiamo creduto fino in fondo e siamo stati premiati» . Tre rigori contro, troppi:  «Il terzo mi è sembrato eccessivo» . Le due punte hanno funzionato:  «E’ vero, siamo andati bene, ma anche nel primo tempo la squadra mi è piaciuta. Loro giocavano stretti, con densità, lo stadio li spingeva, abbiamo dimostrato grande carattere» .

KOZAK – Riecco Kozak, chiedeva spazio, s’è fatto trovare pronto:  «Cerco sempre di dare il massimo, Sono felice, è stata una bella serata, l’importante è che la Lazio abbia ottenuto il pareggio, vale molto per la qualificazione! Sarebbe stato ingiusto perdere. Vogliamo passare il turno, ci aspetta una partita tosta al ritorno, arriveremo pronti. Abbiamo dimostrato il nostro valore, possiamo conquistare gli ottavi di finale» . E’ lui il bomber europeo della Lazio, con la doppietta di ieri è salito a quota 7 gol (cinque li aveva realizzati negli spareggi e nella fase a gironi). Libor s’è sentito chiuso, era partito bene in stagione, si era scatenato in Europa. Col passare del tempo le porte del campo si sono ristrette, è finito in panchina. Ha sofferto, non ha mai mollato. E’ la sua terza doppietta europea, la prima la firmò contro il Mura negli spareggi, la seconda contro il Panathinaikos in casa, l’ultima in ordine di tempo ieri in Germania. In Europa funziona, in campionato fatica (non ha ancora fatto centro):  «Ora dobbiamo pensare al Siena, questo pareggio ci carica. Cercheremo di portare a casa la vittoria lunedì e poi di replicare nel ritorno contro il Borussia. Questo pareggio ci dà forza e morale, la Lazio è forte, lotta tutta insieme, è il segreto per cercare di vincere» .

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy