Floccari:”Lazio sei grande”

Floccari:”Lazio sei grande”

Mano o non mano, il gol in campionato lo aspettava da mesi: «Non ho esultato dopo il gol, ma questo non c’entra nulla col fatto contestato. Io a Bergamo ho passato due anni importanti, è per questo che ho preferito non festeggiare. L’episodio? Forse ho sfiorato il pallone con la…

Mano o non mano, il gol in campionato lo aspettava da mesi: «Non ho esultato dopo il gol, ma questo non c’entra nulla col fatto contestato. Io a Bergamo ho passato due anni importanti, è per questo che ho preferito non festeggiare. L’episodio? Forse ho sfiorato il pallone con la mano, ma ero molto vicino, avevo il braccio attaccato alla gamba, non so se sia accaduto. Il guardalinee era a due metri, non è stato nulla di eclatante come spesso accade». Mano o non mano, il gol è di Floccari e lui se lo tiene stretto: «Sono contento per me e la squadra». Prima rete in questa serie A, la aspettava da mesi.

IL RUOLO – Floccari con Klose, non è solo un vice. Può giocare con Miro, l’ha dimostrato anche ieri. Petkovic crede nelle due punte, possono essere una soluzione valida anche dall’inizio, non solo in corsa. Il mago è lui, l’ha dimostrato, deciderà da solo. Di certo ha fatto bene a confermare bomber Sergio, bravo Vlado. Parla il campo e il campo ha consacrato Floccari come prima alternativa di Klose e non solo. In verità il ruolo inizia a  stargli stretto. E’ in grande forma, giocò benissimo contro il Catania in Coppa Italia, firmò due assist, gli mancò solo la rete. Se l’è presa ieri contro l’Atalanta, la squadra che lo rilanciò nel grande calcio: «Sono contento perché è dall’inizio dell’anno che la rosa della Lazio viene considerata importante. Noi che giochiamo di meno dovevamo farci trovare pronti, così è stato».

LA JUVE – Floccari e la Lazio puntano la Juve senza fare troppi calcoli. Ma quanto è bella la classifica…: «Fa piacere avvicinarsi a una grande squadra come la Juventus. Non ho visto le immagini della partita di Parma, ma con la Sampdoria fece un’ottima prestazione. E’ stimolante essere vicini alla prima della classe, però è molto dura. Per adesso il nostro atteggiamento ha pagato, quindi continuiamo così. E’ stata un’ottima domenica, la strada è lunga». Scudetto? Parola magica, parola proibita nello spogliatoio: «E’ troppo presto
per parlare di scudetto, la Juve è fortissima. E’ una grande squadra, ha accusato un calo di risultati, non di
prestazioni. Le somme le tireremo più avanti». Floccari c’è, si può credere in lui. Floccari non è solo un
panchinaro, non lo è mai stato. Deve giocare per carburare, sa farsi valere come bomber e come assist-man,
come uomo-squadra: «Nei momenti decisivi è importante farsi trovare pronti, io lavoro per questo. Sono
contento perché ho dato una mano alla squadra». Sedici presenze, otto in campionato, sei in Europa League, due in Coppa Italia. E quattro gol (uno in serie A, 3 in Europa), sono questi i numeri di Floccari. Ha scelto di restare a Roma, aveva tante richieste, sapeva che gli spazi sarebbero stati strettissimi. Non ha cambiato idea, sta vincendo la sua sfida: «So di far parte di una grande squadra e abbiamo fatto chiarezza sul mercato, ci ha pensato la società. Ho fatto una scelta in modo consapevole, sapendo di trovare meno spazio. Far parte di un gruppo importante significa anche questo, io sono contento di stare a Roma».
L’ANALISI – Sergio è entrato nel secondo tempo, ha cambiato la partita: «Abbiamo condotto bene la gara – ha aggiunto l’attaccante a Lazio Style Radio – contro una squadra molto compatta. L’Atalanta concede poco, ha buone individualità, ad esempio Cigarini a centrocampo. Le gare come queste, che sulla carta sembrano
semplici, in realtà sono le più difficili perché l’avversario chiude tutti gli spazi». Floccari crede in questa super
Lazio, la invita a insistere: «Dobbiamo continuare così, con questa mentalità, pensando che le partite sono tutte difficili». Lo sarà anche quella di Palermo: «Al di là della classifica i rosanero sono un’ottima formazione,
l’ambiente del Barbera può mettere in difficoltà chiunque».

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy