Formazione top secret,ma…

Formazione top secret,ma…

 Non è scontata come si pensava sino a due giorni fa. Petkovic non ha ancora deciso la formazione e ieri sera, durante la rifinitura del Borussia Park, ha provato anche soluzioni alternative al consueto 4-1-4-1. Konko resta favorito, ma il tecnico bosniaco (con passaporto svizzero) ha provato anche Pereirinha sulla…

 Non è scontata come si pensava sino a due giorni fa. Petkovic non ha ancora deciso la formazione e ieri sera, durante la rifinitura del Borussia Park, ha provato anche soluzioni alternative al consueto 4-1-4-1. Konko resta favorito, ma il tecnico bosniaco (con passaporto svizzero) ha provato anche Pereirinha sulla fascia destra.  «Turnover ragionato» questa è stata
Petkovic pensa alle alternative al 4-1-4-1. Non è da escludere una difesa a trel’indicazione e il portoghese, appena arrivato dallo Sporting Lisbona, lavora per crearsi uno spazio. Tutti vogliono vederlo e capirne lo spessore. Il ds Tare lo ha acquistato come jolly in grado di coprire due o tre ruoli. A Marassi era entrato negli ultimi venti minuti al posto di Brocchi e aveva colpito per l’impatto positivo, agendo però da centrocampista offensivo nel 4-2-3-1. Ci sembra però difficile che Pereirinha possa essere lanciato al debutto dal primo minuto in una partita così difficile e ancora meno che venga impiegato da terzino, fatta eccezione per un’ipotesi: la difesa a tre e un nuovo cambio di modulo per coprirsi di fronte alla partenza lanciata del Borussia Moenchengladbach e alla pericolosità sui calci piazzati.

CANA – Per mettere dentro forze fresche e garantirsi due o tre cambi rispetto alla partita di sabato con il Napoli, Petkovic potrebbe sganciare Lorik Cana dall’inizio al posto dell’uruguaiano Gonzalez. L’albanese può agire da difensore centrale insieme con Biava e Dias oppure da centrocampista accanto a Ledesma, che governerà il gioco come sempre. E forse questa potrebbe essere la decisione per dare energia e centimetri alla squadra e concedere
Cana è pronto a rilevare Gonzalez per dare fisicità nelle situazioni di palla inattivarespiro all’uruguaiano, impiegato a tempo pieno. Più difficile appare l’inserimento del francese Ciani, a meno che non venga risparmiato Dias. Petkovic ha convocato Mauri, ma la distorsione alla caviglia destra non è ancora stata riassorbita completamente e difficilmente lo rischierà. Il capitano proverà a recuperare per la panchina, altrimenti cederà il suo posto a Ederson, che si era fermato il 6 dicembre dopo la partita di Maribor ed è stato convocato dopo un’assenza di oltre due mesi. Hernanes e Candreva, più Lulic, i guastatori a cui verrà affidato il compito di ripartire e assistere Floccari, confermatissimo come vice Klose. Niente riposo per il centravanti calabrese, che attraversa un periodo brillante di forma e costringerà ancora alla panchina Kozak.

FORMAZIONE – Alla fine di tutti i ragionamenti, le scelte di Petkovic potrebbero portare verso il 4-2-3-1. Tra i pali Marchetti. Sulla linea difensiva Konko (o Pereirinha), Biava, Dias e Radu. Cana (favorito su Gonzalez) in tandem con Ledesma. Candreva, Hernanes e Lulic a ridosso di Floccari. Questa mattina, con un volo da Lagos, Onazi sbarcherà a Dusseldorf. Petkovic valuterà se portare o meno il nigeriano, fresco di trionfo in Coppa d’Africa, in panchina o meno. A disposizione Bizzarri, Ciani, Pereirinha (o Konko), Gonzalez (o Cana), uno tra Ederson e Mauri, Kozak. Nella lista dei convocati è entrato anche il baby Guerrieri come terzo portiere.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy