GAZZETTA – Lotito fra Reja, Heynckes, Hiddink ed il Trap

GAZZETTA – Lotito fra Reja, Heynckes, Hiddink ed il Trap

(GAZZETTA) – Tutto è pronto per il Reja bis. Ma per l’incoronazione bisognerà attendere ancora qualche giorno. La Lazio deve infatti prima porre fine al rapporto con Vlado Petkovic e, soprattutto, decidere con quali modalità farlo. Battaglia legale La strada dell’esonero sarebbe la più semplice. E sarebbe stata anche l’unica…

(GAZZETTA) – Tutto è pronto per il Reja bis. Ma per l’incoronazione bisognerà attendere ancora qualche giorno. La Lazio deve infatti prima porre fine al rapporto con Vlado Petkovic e, soprattutto, decidere con quali modalità farlo.

Battaglia legale
La strada dell’esonero sarebbe la più semplice. E sarebbe stata anche l’unica possibile se lunedì non fosse arrivato l’annuncio della Federcalcio elvetica che ha ufficializzato Petkovic nuovo c.t. della Svizzera da luglio. Una mossa che ha mutato lo scenario. Lotito, che dovrebbe versare altri 500 mila euro lordi di ingaggio per il tecnico bosniaco fino a giugno, ha tentato la strada della risoluzione consensuale. Incassato il no di Vlado, ha dato mandato ai suoi collaboratori di valutare se ci siano i margini per una battaglia legale. Non c’è una norma che impedisca a un allenatore (diverso è il caso per un giocatore) di impegnarsi anche con molti mesi di anticipo per la stagione successiva, a patto che il contratto sia in scadenza, come è il caso di Petkovic. Il club romano vuole però capire se ci siano degli obblighi che l’allenatore di Sarajevo ha disatteso (l’accordo con la Federcalcio elvetica si è materializzato senza che alla Lazio nessuno sapesse nulla).

Reja in attesa
Lotito, da ieri a Cortina, aspetterà al massimo fino a domenica, poi deciderà. Potrebbe anche optare per l’esonero di Petkovic salvo poi tentare di rivalersi per vie legali sull’allenatore in un secondo tempo. Nel frattempo ha già bloccato il nuovo allenatore. E’ Edy Reja, con il quale ci sono stati frequenti contatti nelle ultime ore. C’è già un accordo di massima che va ratificato (il vice di Edy dovrebbe essere Simone Inzaghi, tecnico degli Allievi biancocelesti). Operazione che potrebbe essere effettuata proprio a Cortina, visto che Reja si trova nella sua Gorizia, che dalla località dolomitica non è troppo lontana. La scelta è caduta su Reja per la sua conoscenza dell’ambiente e del gruppo e anche per la disponibilità data a firmare un contratto che non vada oltre il prossimo giugno. Lotito ha valutato pure altre ipotesi. Ha sondato Trapattoni (che però non ha voluto prendere in considerazione la proposta), ha fatto un pensierino a qualche santone internazionale (Heynckes, Hiddink), lasciando subito cadere tali suggestioni per la loro impraticabilità. Ha constatato che Yakin resta una possibilità concreta, ma solo dalla prossima estate. Così, alla fine, l’unica alternativa reale al Reja-bis è (era) quella di Mimmo Di Carlo. Ma i giochi sembrano ormai fatti.

Floccari turco?
Tutto da decifrare, invece, il futuro di Sergio Floccari. Lo vuole il Trabzonspor, cui il calabrese ha rifilato una doppietta in Europa League lo scorso ottobre. Il club turco sarebbe disposto a versare alla Lazio 3 milioni e a riconoscere all’attaccante un triennale da 1,5 a stagione. Il club è intenzionato al sì, il giocatore invece vuole pensarci bene.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy