GDS – Xhaka, il problema del Borussia

GDS – Xhaka, il problema del Borussia

Anche l’ultimo pareggio in Bundesliga, 3-3 sabato scorso contro il Bayer Leverkusen, ha dimostrato che il Borussia Moenchengladbach è una squadra molto equilibrata: i pregi cercano di superare i difetti senza riuscirci. La posizione di classifica rimane soddisfacente, dopo le delusioni di inizio campionato: 30 punti, a una lunghezza dalle…

Anche l’ultimo pareggio in Bundesliga, 3-3 sabato scorso contro il Bayer Leverkusen, ha dimostrato che il Borussia Moenchengladbach è una squadra molto equilibrata: i pregi cercano di superare i difetti senza riuscirci. La posizione di classifica rimane soddisfacente, dopo le delusioni di inizio campionato: 30 punti, a una lunghezza dalle poltrone che valgono l’Europa League, obiettivo estivo quando si era capito che il miracolo Champions, centrato lo scorso anno e poi sfumato al preliminare con la Dinamo Kiev, non era ripetibile viste le cessioni di Reus (Dortmund), Dante (Bayern) e Neustädter (Schalke 04). Il «Gladbach» segna e incassa quasi in egual misura (31 le reti fatte, 32 quelle subite) ed ha problemi soprattutto a centrocampo: lentezza nelle due fasi e flussi di gioco interrotti da errori di passaggio. Anche davanti, dopo gli infortuni di Mlapa e Hrgota e la partenza di De Camargo, resta soltanto la rapidità di Hermann, che è il capocannoniere borussiano in campionato con 6 gol, l’ultimo dei quali sabato con il terzo centro col Leverkusen.

Il caso Xhaka
Ma è il caso Xhaka che movimenta la vigilia della gara con la Lazio: il centrocampista della nazionale svizzera, acquistato la scorsa estate dal Basilea per 8,5 milioni, era in panchina anche sabato, nonostante l’assenza dell’infortunato Marx. E’ entrato soltanto dopo un’ora ed è stato criticato dall’allenatore Favre per alcuni sbagli che potevano costare cari: «Io non guardo ai nomi, mando in campo chi sta meglio. In Bundesliga non si possono commettere certi errori». Xhaka è stato un obiettivo della Lazio nel mercato di gennaio da poco concluso: c’è stato un contatto, ma il manager dei tedeschi, Max Eberl, lo aveva tolto dal mercato: «Non lo vendiamo, deve dimostrare qui cosa sa fare». Xhaka però è rimasto fuori nelle prime partite del girone di ritorno, solo sabato ha rivisto per 30’ il campo. La Lazio potrebbe essere un’occasione per guadagnare consensi: il doppio scontro di Europa League con la Lazio si incastra tra i match di Bundesliga con Amburgo e Borussia Dortmund e Favre ha annunciato un sensato turnover.

Fonte: Gazzetta dello Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy