Già in 30mila allo stadio

Già in 30mila allo stadio

Sono già in trentamila allo stadio Olimpico. Cresce la febbre per la sfida con l’Inter, aumenta l’attesa, sognando la Champions e pregustando un confronto diretto che potrebbe proiettare la squadra di Petkovic a ridosso di Stramaccioni. Sono 14 mila gli abbonati della Lazio esclusi i bambini provvisti di tessera Cucciolone…

Sono già in trentamila allo stadio Olimpico. Cresce la febbre per la sfida con l’Inter, aumenta l’attesa, sognando la Champions e pregustando un confronto diretto che potrebbe proiettare la squadra di Petkovic a ridosso di Stramaccioni. Sono 14 mila gli abbonati della Lazio esclusi i bambini provvisti di tessera Cucciolone (non vale per il derby e per le partite con le tre grandi del Nord). Sono 17.500

Petkovic insegue Stramaccioni: nelle ultime due sfide all’Olimpico l’Inter battuta per 3-1

i biglietti staccati in prevendita a ieri pomeriggio. Il conto totale porta a considerare quasi 32 mila spettatori con un posto già assicurato allo stadio Olimpico. Mancano tre giorni e la società biancoceleste dovrebbe agevolmente superare quota 40 mila. Magari riuscisse ad arrivare a cinquantamila spettatori, soglia superata (di poco) soltanto in occasione del derby con la Roma. Il 20 ottobre, quando il Milan di Allegri si presentò allo stadio Olimpico, si registrarono 41 mila spettatori con circa 29 mila paganti. L’11 novembre, in occasione del derby, si arrivò sino a 38 mila paganti e ad una quota complessiva di 52 mila spettatori.

PRECEDENTI

– Lazio-Inter significa ricordare anche la prima volta di Andrea Stramaccioni all’Olimpico e l’ultima di Reja sulla panchina biancoceleste. Finì 3-1 per la Lazio con i gol di Kozak, Mauri e Candreva. Stesso risultato della stagione precedente quando il sigillo arrivò a tempo scaduto firmato su punizione da Hernanes. La squadra biancoceleste tornava a battere l’Inter in casa dopo sette anni. In precedenza era accaduto con Mancini in panchina, finì 2-1 con il gol decisivo di Zauri, oggi ancora tesserato con la Lazio. E’ l’unico superstite di allora.

PRELAZIONE

– C’è ancora tempo per prendere

I biancocelesti a caccia della quarta vittoria di fila in casa Nerazzurri ko nelle ultime due trasferte

posto allo stadio Olimpico e per capire se e quanti posti si libereranno in Curva e Distinti Nord. Ieri alle 18,30 scadeva la prelazione per acquistare il biglietto ad un euro ai possessori dell’abbonamento Cucciolone. Chi non avrà confermato il proprio posto, rimetterà in circolo il biglietto corrispondente per la vendita libera. E’ presumibile, come era accaduto in occasione del derby con la Roma, che tornino a disposizione quattro o cinquemila biglietti nei settori più popolari. I biglietti si acquistano presso i negozi Lazio Style oppure nelle ricevitorie autorizzate della Lottomatica. Ecco i prezzi: Tribuna d’Onore 150 euro, Monte Mario 90 euro (60 ridotto), Tevere Top 60 euro (40), Tevere 45 euro (30), Curve e Distinti 20 euro. Ovviamente verrà aperta anche la Curva Maestrelli.

NUMERI

– La Lazio cercherà di infilare la quarta vittoria consecutiva in casa. Dopo il pareggio interno con il Torino, sono arrivati i successi sulla Roma (3-2), sull’Udinese (3-0) e sul Parma (2-1). L’Inter, invece, dopo il colpo allo Juventus Stadium, ha perso le due successive partite in trasferta: 2-3 a Bergamo con l’Atalanta, 0-1 al Tardini con il Parma. La Lazio di Petkovic in casa ha giocato 8 partite, ne ha vinte 6, ne ha pareggiata 1 e ne ha persa 1, segnando 17 gol e subendone 8. L’Inter in trasferta ha giocato 8 partite vincendone 6 e perdendone 2, ha realizzato 16 gol e ne ha incassati 8. Stramaccioni è secondo con 34 punti, Petkovic quarto a quota 30. S’annuncia una partita equilibratissima.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy