Hernanes, caccia ai mondiali

Hernanes, caccia ai mondiali

 Trauma cranico. E uno spavento pazzesco. Hernanes, dopo aver passato la notte all’ospedale Gemelli, ieri mattina è stato dimesso ed è tornato nella sua casa, sulla via Cassia. Sta bene e questo è l’aspetto che conta più di ogni altro. Una testata con Vidal per andare a saltare su un…

 Trauma cranico. E uno spavento pazzesco. Hernanes, dopo aver passato la notte all’ospedale Gemelli, ieri mattina è stato dimesso ed è tornato nella sua casa, sulla via Cassia. Sta bene e questo è l’aspetto che conta più di ogni altro. Una testata con Vidal per andare a saltare su un pallone. Il Profeta è ricaduto pesantemente a terra e ha fatto tremare lo stadio Olimpico. Per un minuto scarso ha perso conoscenza. Un
Dopo il terribile scontro con Vidal il brasiliano dovrà osservare uno stop di venti giorniimpatto durissimo e una scena, vista e rivista attraverso le immagini televisive, da brividi. Hernanes s’è risvegliato subito, è stato soccorso dai medici della Lazio ed è rientrato negli spogliatoi in barella prima di essere trasportato in ospedale. La Tac ha dato esito negativo, non ci sono state lesioni ossee e cerebrali, ma ci vorrà un po’ di tempo, riposo e molta cautela per smaltire il trauma cranico.

TRAUMA CRANICO – Ieri mattina la Lazio ha emesso un bollettino medico relativo alle condizioni fisiche del centrocampista brasiliano.  «Anderson Hernanes ha subito un trauma cranico commotivo con perdita di coscienza ed amnesia retrograda; dopo una prima assistenza sanitaria in campo e negli spogliatoi, l’atleta è stato trasportato al policlinico “Agostino Gemelli” dove è stata effettuata una TAC cranica ed una TAC del rachide cervicale.Gli esami effettuati hanno escluso la presenza di lesioni ossee e di ematomi subdurali; sono state suturate le ferite riportate nel trauma al livello dell’arcata temporale di sinistra e della regione mentoniera dopo consulenza specialistica neurologica. L’atleta è rimasto ricoverato nel reparto di osservazione e in mattinata, dopo ulteriori controlli clinici, in assenza di complicanze è stato dimesso» . All’ora di pranzo Hernanes era a casa, stava bene e si
Niente amichevole con l’Inghilterra Scolari lo stima e Brasile 2014 è il vero obiettivosentiva tranquillo. Ha riabbracciato Maximo, il suo terzo figlio, venuto alla luce proprio alla vigilia della partita con la Juventus. Era sereno, tranquillo, solo con un po’ di punti da togliere (tra qualche giorno) e l’idea di tornare presto in campo.

BRASILE – E’ presto per fare previsioni, lo staff medico valuterà giorno per giorno le condizioni di Hernanes, verranno eseguiti altri controlli. Per il Profeta si prevedono almeno due settimane di stop, potrebbe restare lontano dal campo una ventina di giorni. Petkovic lo perderà per le prossime partite. Hernanes salterà il Genoa e il Napoli, quasi certamente anche il Borussia Moenchengladbach il 14 febbraio in Europa League. Hernanes non potrà rispondere alla convocazione del ct Scolari, al debutto sulla panchina del Brasile, per l’amichevole di mercoledì prossimo a Londra con l’Inghilterra. Ci teneva tanto Hernanes, aspettava una chiamata da un anno e mezzo, era uscito di scena dopo le prime convocazioni di Menezes. E l’idea di rientrare con Scolari gli aveva fatto rinascere un entusiasmo mai sopito. Il suo obiettivo sono i Mondiali 2014, Petkovic e la Lazio possono aiutarlo a centrare il traguardo. Questa è la sua migliore stagione biancoceleste, ha già segnato 11 gol tra campionato, Europa League e Coppa Italia. Vlado gli ha restituito il suo ruolo preferito di mezz’ala di regia e di inserimento offensivo. Ora gioca e corre a tutto campo, si sacrifica e dimostra anche nel contrasto: fosse stato un giocatore meno generoso (tra i fantasisti ce ne sono tanti) non sarebbe andato a rompersi la testa con Vidal.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy