Hernanes e gli altri raddoppi

Hernanes e gli altri raddoppi

La Lazio di Vlado Petkovic vale quasi 100 milioni di euro. Non solo allenatore, quindi, ma anche un eccellente finanziere. Da quando c’è il croato, la formazione biancoceleste vola in classifica, ma anche e soprattutto a livello economico. Rispetto all’anno scorso il valore dei giocatori si è raddoppiato, in alcuni…

La Lazio di Vlado Petkovic vale quasi 100 milioni di euro. Non solo allenatore, quindi, ma anche un eccellente finanziere. Da quando c’è il croato, la formazione biancoceleste vola in classifica, ma anche e soprattutto a livello economico. Rispetto all’anno scorso il valore dei giocatori si è raddoppiato, in alcuni casi quasi triplicato. Claudio Lotito gongola e per il momento si gode i frutti del successo. Il lavoro del tecnico è sotto gli occhi di tutti. La squadra gioca bene e convince, ma a livello economico il salto è davvero incredibile. Mai nell’era del patron laziale si era registrato un incremento tecnico-finanziario di questo tenore.
Nella passata stagione il valore degli attuali undici titolari della Lazio era, dati di bilancio alla mano, di quaranta milioni di euro circa. Adesso, considerate le prestazioni della squadra, soprattutto di qualche singolo, vedi Hernanes e Klose, il parametro si è notevolmente ed ovviamente alzato. Il tedesco, in rapporto qualità-prezzo, è stato l’acquisto più azzeccato degli ultimi anni. Il bomber, ingaggiato un’estate fa a parametro zero, ora ha addirittura un valore di mercato che si attesta intorno ai cinque milioni di euro. Forse un po’ basso, visti i numeri e la qualità del giocatore, ma è anche vero che Miro ha trentaquattro anni e davanti a sé ha ancora una o forse due stagioni a buoni livelli. Di sicuro è una cifra reale, visto che a metà agosto il Tottenham ha tentato di strapparlo alla Lazio offrendo 4,5 milioni di euro per il cartellino del centravanti. Lotito e lo stesso Klose hanno ringraziato ma rifiutato l’offerta. 
Situazione analoga per Anderson Hernanes. Il brasiliano è stato acquistato dal San Paolo nel 2010 per 11 milioni di euro e sempre il Tottenham, più un paio di società russe, si vocifera lo Spartak Mosca, ad agosto sono arrivati ad offrire a Lotito cifre superiori ai 20 milioni di euro. Anche in questo caso però la Lazio ha rifiutato ogni trattativa. Probabilmente il tedesco e il brasiliano in queste prime sette giornate di campionato hanno non solo mantenuto un grande livello tecnico, ma soprattutto consolidato un valore di mercato. E non è da poco di questi tempi. Se in questo momento Lotito mettesse sul mercato entrambi i giocatori, probabilmente non mancherebbero le squadre.

Klose ed Hernanes a parte, il calciatore che più di tutti si è valorizzato dal punto di vista finanziario è senza dubbio Antonio Candreva. La Lazio per la metà del suo cartellino ha versato nelle casse dell’Udinese 1,7 milioni di euro, ma l’attuale valore di mercato dell’esterno romano è probabilmente superiore ai 10 milioni di euro. Lotito sta cercando di trattare con i friulani per l’altra metà del cartellino e l’obiettivo della Lazio è di chiudere l’operazione entro gennaio, anche perché l’altrà metà di Candreva è libera e, se continua a giocare così, i rischi sono troppo alti. Subito dietro ci sono i vari Gonzalez, Lulic, Konko (sembrerà strano ma anche per lui ci sono state tantissime richieste) e Dias.

il messaggero

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy