Hernanes, punto fermo per il futuro

Hernanes, punto fermo per il futuro

Hernanes non si tocca, niente scherzi. La Lazio deve ripartire da lui nonostante l’attuale e compresibile calo di rendimento. Il contratto scade tra due anni e mezzo, ci sarebbe tempo, ma Lotito in estate vuole allungare l’accordo col brasiliano riconoscendogli un aumento di contratto e avvicinarlo ai due milioni di…

Hernanes non si tocca, niente scherzi. La Lazio deve ripartire da lui nonostante l’attuale e compresibile calo di rendimento. Il contratto scade tra due anni e mezzo, ci sarebbe tempo, ma Lotito in estate vuole allungare l’accordo col brasiliano riconoscendogli un aumento di contratto e avvicinarlo ai due milioni di euro guadagnati da Klose e da Zarate (l’argentino a giugno dovrebbe lasciare Roma).

Però, c’è un dubbio grande come una casa. Infatti il procuratore Lee frena, aspetta la prima mossa della Lazio e intanto studia alternative in Premier League (Arsenal e Tottenham) e Italia (Juve e Milan). Trattativa complicata ma si deve trovare una soluzione perché vendere Hernanes anche a venti milioni di euro o giù di lì, significherebbe ripartire dalla casella di partenza. Chi tra i tifosi laziali non sogna un centrocampo a ritmo di samba formato da Ederson (finalmente recuperato a grandi livelli fisici), Hernanes appunto e il giovane ventenne Felipe Anderson, talento verdeoro in arrivo a giugno alla corte di Petkovic. Il tecnico già gongola al solo pensiero, un terzetto di pura classe che farebbe ripopolare l’Olimpico, si tornerebbe alla Brasilazio degli Anni Trenta, quasi un secolo fa.

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy