Hernanes riconquista la Seleçao

Hernanes riconquista la Seleçao

La chiamata della nazionale arriva insieme a quella della Juve. Hernanes, fresco di convocazione del c.t. verdeoro Felipe Scolari, è ad un bivio: rinnovare con la Lazio o andare lisci fino a scadenza (2015) per accettare la corte dei bianconeri a tutto vantaggio dello stipendio? Il retroscena del match di…

La chiamata della nazionale arriva insieme a quella della Juve. Hernanes, fresco di convocazione del c.t. verdeoro Felipe Scolari, è ad un bivio: rinnovare con la Lazio o andare lisci fino a scadenza (2015) per accettare la corte dei bianconeri a tutto vantaggio dello stipendio? Il retroscena del match di Coppa Italia è particolarmente gustoso e rischia di complicare i piani del presidente Lotito, da tempo in pressing sul brasiliano per un prolungamento che obbligherebbe un eventuale acquirente a sborsare non meno di 30 milioni. Che il «Profeta» piaccia a Conte e Marotta non è una novità, ma nessuno poteva aspettarsi un approccio diretto già l’altra sera: uno scambio di complimenti nel tunnel seguito da una telefonata all’agente del brasiliano, Joseph Lee. «Mai dire mai», ha nicchiato Hernanes. Ma il piano della Juve sembra svelato, si parla già di un compenso doppio rispetto agli 1,7 milioni che Hernanes percepisce in biancoceleste, ovviamente se il brasiliano dovesse arrivare a Torino a zero euro. Lotito affronterà la questione a tempo debito, ma il sondaggio diretto della Juventus non è stato certamente gradito. Però ora c’è un mercato da portare avanti, in prima battuta con le cessioni. Scaloni verso l’Atalanta, Bizzarri quasi del Chievo, Foggia conteso tra Al Wasl, Trabzonspor e Panathinaikos, e Zarate in attesa dell’offerta ufficiale del Sunderland, sono i passaggi che possono sbloccare le trattative in entrata. Ovviamente Drogba non è contemplato: «Non ci interessa, non rientra nei nostri piani», ha detto ieri Lotito confermando che la trattativa sia molto mediatica e per niente reale. Perché lì la Lazio è più che coperta con Klose e perché la ricerca è concentrata sui giovani. Comunitario, duttile e con un carattere mite: questo l’identikit del nuovo innesto. Che potrebbe corrispondere allo svizzero-kosovaro Granit Xhaka, un talento che la Lazio avrebbe già bloccato in prospettiva giugno, o a Dani Schahin, attaccante del Fortuna Dusseldorf.

Il Corriere della Sera

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy