Hernanes: rimpianto del Milan

Hernanes: rimpianto del Milan

La carriera di Hernanes ha sfiorato i campi di Milanello. Su suggerimento di Leonardo, infatti, la società rossonera si era mossa per acquistare il brasiliano, come possibile sostituto di Pirlo dal momento che, in nazionale, Hernanes giocava davanti alla difesa. Tre anni fa il ds rossonero, Ariedo Braida, si mise…

La carriera di Hernanes ha sfiorato i campi di Milanello. Su suggerimento di Leonardo, infatti, la società rossonera si era mossa per acquistare il brasiliano, come possibile sostituto di Pirlo dal momento che, in nazionale, Hernanes giocava davanti alla difesa. Tre anni fa il ds rossonero, Ariedo Braida, si mise quindi sulle sue tracce, chiedendo al San Paolo la quotazione del calciatore. Ma, quando il club paulista sparò la cifra di 16 milioni di euro, il Milan decise di tirarsi indietro, lasciando così cadere l’interessamento.

Tutto sommato al centrocampista non è andata male perché, dopo il Milan, venne trattato dalla Lazio. E il San Paolo, bisognoso di soldi, aveva necessità di monetizzare la cessione del suo gioiello, decise di abbassare notevolmente le pretese economiche. Così la Lazio, al termine di una lunga trattativa, riuscì ad assicurarselo pagandolo 11,5 milioni. Alla luce delle prestazioni, che il brasiliano ha offerto in questi 2 anni e mezzo di Lazio, occorre dire che l’operazione è risultata un vero affare per il club biancoceleste. Oggi, infatti, la sua quotazione di mercato è raddoppiata e il ragazzo sta dimostrando di aver raggiunto la piena maturazione tecnico-tattica, fino a diventare un punto fermo nella squadra allestita da Petkovic. Non più sistematicamente sostituito, come accadeva la scorsa stagione, ma un punto di riferimento costante e decisivo.

Alla crescita di Hernanes ha contribuito anche l’allenatore Petkovic, che gli ha trovato la migliore collocazione tattica in campo, quella che gli consente di entrare più spesso nel vivo della manovra e di potersi comunque inserire in zona tiro, per sfruttare le qualità balistiche. In questo campionato ha collezionato 7 presenze con 4 reti, in totale ha giocato 74 partite firmando 23 reti. La prima stagione, con 13 centri, riuscì a eguagliare il record di Nedved. Il brasiliano, 27 anni, è uno dei centrocampisti più prolifici e la Lazio sta cercando di blindarlo fino al 2.018. I contatti, per il prolungamento dell’accordo, che scadrà nel 2.015, sono stati già avviati ma l’operazione, alquanto complessa, dovrebbe ultimarsi in primavera. Attualmente percepisce uno stipendio di 1,7 milioni di euro a stagione, che il calciatore vorrebbe adeguare a quello di Klose (poco più di 2 milioni). Un contratto di 5 anni, a salire nell’importo, ma che dovrebbe prevedere una clausola rescissoria superiore ai 50 milioni di euro, che metterebbe la società al riparto da qualsiasi sorpresa. E questo in considerazione delle numerose richieste che sono arrivate alla Lazio per il fantasista.

Adesso, molto probabilmente, il Milan rimpiange di non aver ingaggiato il laziale che, sabato sera, guiderà i biancocelesti nell’assalto ai rossoneri. Per Hernanes un motivo in più per dare il massimo: sfidare e battere un passato che ha solo sfiorato e portare la Lazio sempre più in alto in classifica. Qualcuno critica il brasiliano per non essere decisivo nelle partite più importanti: un’occasione da cogliere al volo per dimostrare di essere diventato un campione completo.

il messaggero

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy