Il colpo è Casemiro

Il colpo è Casemiro

La Lazio tenta il colpo. E’ un nome che ritorna: Carlos Henrique Casemiro, gioiello del calcio brasiliano, campione del mondo under 20 nel 2011. La Lazio è di nuovo sul talento del San Paolo, classe 1992, contratto sino al 2016. E’ un centrocampista di valore, è assistito da Joseph Lee,…

La Lazio tenta il colpo. E’ un nome che ritorna: Carlos Henrique Casemiro, gioiello del calcio brasiliano, campione del mondo under 20 nel 2011. La Lazio è di nuovo sul talento del San Paolo, classe 1992, contratto sino al 2016. E’ un centrocampista di valore, è assistito da Joseph Lee, il manager di Hernanes. Lotito e Tare pensarono a lui un anno fa, si provò a intavolare un’operazione con il Genoa, non si andò avanti. Casemiro piace tanto, è tecnico, ha un gran fisico (è alto 1,84), ha le caratteristiche ideali per rinforzare il centrocampo. Col San Paolo i rapporti sono ottimi, il ragazzo è valutato circa 6 milioni di euro, l’anno scorso ne valeva 10, la quotazione è un po’ scesa, negli ultimi tempi ha trovato meno spazio. Casemiro è extracomunitario, ma la Lazio ha un posto libero. Ne ha liberati due a giugno, uno è stato occupato dal baby Keita, l’altro è utilizzabile. Centrocampisti: a Lotito hanno offerto Pizarro del Lanus, classe 1990, argentino con passaporto italiano. Gira e rigira il nome di Cirigliano del River Plate, ma la Lazio smentisce categoricamente. La tentazione Lampard (a parametro zero) è viva per giugno. E’ tornato di moda il nome di Kuzmanovic dello Stoccarda, vecchio pallino del club.



E’ in scadenza come l’inglese.

DIAKITE’ – Caso Diakitè. Niente firma, rinnovo lontano. Lotito ha rilanciato, ha migliorato l’offerta estiva dimostrando pazienza infinita e una correttezza esemplare. Diakitè ha preso altro tempo per riflettere. Sì, ancora: «Analizzeremo la situazione e in un paio di giorni daremo la risposta alla Lazio» , ha detto Ulisse Savini, il manager del francese. Diakitè non firma, s’avvicina sempre più alla scadenza del contratto. Quanto tempo serve per decidere? Bisogna ancora riflettere? E quanti rilanci di Lotito occorrono per convincerlo a risposare la Lazio? Ora basta, si scoprano le carte. La società ha fatto più di uno sforzo, ha migliorato la proposta economica per l’ennesima volta, arrivando a un milione e mezzo lordo per il primo anno e poi un milione e seicentomila euro lordi per i restanti quattro anni. Lotito meriterebbe un comportamento diverso, una riconoscenza vera. Diakitè lascerà la Lazio, è attratto dal Liverpool (che ha offerto due milioni e quattrocentomila euro lordi più bonus), gli inglesi sarebbero pronti ad acquisirlo a giugno a parametro zero. Le quarantotto ore di riflessione scadranno domani, se il giocatore ha deciso di lasciare Roma lo dica subito. Lotito e Tare attendono la risposta definitiva, ma non sono stupidi, hanno capito l’antifona.

CAVANDA – Diakitè, in ogni caso, si muoverà a giugno, accetterebbe il trasferimento a gennaio solo se arrivasse un’offerta irrinunciabile. Ha il cartellino in mano, a febbraio sarà libero di accordarsi con qualsiasi club, se avesse voluto davvero la Lazio avrebbe accettato le proposte di Lotito, soprattutto l’ultima. E invece ha continuato a chiedere la luna, non ha mai abbassato le pretese, non è mai sceso dalla richiesta di 1 milione di euro a stagione. Il vertice Diakitè-Lazio è servito anche per parlare di Luis Cavanda, da alcune settimane lo assiste Ulisse Savini. E’ stato un incontro interlocutorio, il belga ha il contratto sino al 2014, la Lazio si sarebbe detta pronta a prolungarlo sino al 2017. Cavanda è seguito da alcuni club inglesi, tra cui Sunderland e Fulham, i biancocelesti puntano su di lui. Seguiranno nuovi incontri.

BIZZARRI – Chievo e Bologna pensano a Bizzarri: i veronesi si sono mossi ufficialmente, ma ritengono alto l’ingaggio dell’argentino. Il Palermo corteggia Carrizo (lo stesso Chievo ci pensa) e ha proposto uno scambio con Samir Ujkani, classe 1988, portiere dei rosanero e dell’Albania. La Lazio valuta, ieri ha giocato Bizzarri (Carrizo in panchina), potrebbe essere un segnale. Attacco, rumors dall’Inghilterra. Il quotidiano Express&Star ha associato il nome della Lazio a Shane Long, attaccante del West Bromwich Albion.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy