CDSERA – Il profeta non piange più «Scelta mia»

CDSERA – Il profeta non piange più «Scelta mia»

CORRIERE DELLA SERA ROMA — Affare fatto, all’Inter va Hernanes, alla Lazio un po’ meno di 20 milioni. Le 48 ore più lunghe e tormentate del «profeta» sono cominciate giovedì con il pianto di Formello che ha innescato la sommossa dei laziali e che il brasiliano ha poi spiegato, forse…

CORRIERE DELLA SERA

ROMA — Affare fatto, all’Inter va Hernanes, alla Lazio un po’ meno di 20 milioni. Le 48 ore più lunghe e tormentate del «profeta» sono cominciate giovedì con il pianto di Formello che ha innescato la sommossa dei laziali e che il brasiliano ha poi spiegato, forse per un ultimo favore al suo ex presidente: «Le mie lacrime sono state male interpretate — scrive sulla sua pagina Facebook —, nessuno mi obbliga ad andare via: è una mia scelta, ho detto io a Lotito di voler lasciare la Lazio per una crescita professionale nonostante i suoi tentativi di trattenermi con ottime offerte economiche! Lo ringrazio, è stato sempre corretto con me!! Ho pianto per la possibilità di lasciare Roma, il posto, i tifosi , la gente che amo. I tifosi sappiano che io li amerò per sempre e non li dimenticherò mai!!! Anche se mi odieranno per queste parole». Quarantotto ore in bianco, senza dormire un minuto, attaccato al cellulare per spiegare i motivi della sua scelta ai laziali che hanno recuperato il suo numero: «Quando sono arrivato volevo vincere lo scudetto, ho dato tutto per questo obiettivo anche se non era facile. Vincere la Coppa Italia è stato importante. Ma ho capito che quello è il massimo traguardo raggiungibile. Voglio fare qualcosa di importante, questo è il senso della mia scelta». Al primo impatto con Milano il «profeta» ha sfoderato un bel sorriso. Verso le 15 la definizione dell’accordo (contratto fino al 2018, stipendio a salire da 2,8 a 3,4 milioni), poi visite mediche a Pavia e dritto in sede per la ratifica. Pronto per la Juve.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy