IL MESSAGGERO – L’allarme di Reja: «Ho rivisto la paura nella squadra»

IL MESSAGGERO – L’allarme di Reja: «Ho rivisto la paura nella squadra»

IL MESSAGGERO ROMA È già svanito l’’effetto Reja-bis? «Ho rivisto un po’ di paura e manca di nuovo la sana cattiveria. Ritroviamo l’autostima e la determinazione, bisogna mordere il pallone». Per avere una chance al ritorno: «Non è detta ancora l’ultima parola, ce la giocheremo a Sofia la qualificazione, anche…

IL MESSAGGERO

ROMA È già svanito l’’effetto Reja-bis? «Ho rivisto un po’ di paura e manca di nuovo la sana cattiveria. Ritroviamo l’autostima e la determinazione, bisogna mordere il pallone». Per avere una chance al ritorno: «Non è detta ancora l’ultima parola, ce la giocheremo a Sofia la qualificazione, anche se ora il Ludogorets è favorito», ammette Reja. Non si dà per sconfitto, due anni dopo la sua ultima volta in Europa, eppure è palpabile il rimpianto: «Nella ripresa abbiamo avuto cinque occasioni non sfruttate, oltre al rigore. Era Biglia il designato, non Felipe Anderson». Lucas si prende la colpa: «È stato un errore mio non andare sul dischetto, mi assumo le mie responsabilità». Nessuno vuole infierire sul brasiliano, pure Candreva lo consola: «A tutti può capitare di sbagliare». Antonio non avrebbe fallito: «Non posso spremerlo sempre – spiega Reja l’esclusione dal primo minuto – perché ha il più alto minutaggio. Servirebbe sempre, ma anche Candreva deve respirare».

 

FELIPE “DISTRUTTO”
Era la grande occasione di Felipe Anderson. Finisce in panca distrutto e col dito in bocca: «Proveremo a ribaltare il risultato al ritorno per passare il turno. Mi dispiace aver sbagliato il penalty decisivo, ma ho bisogno di giocare con continuità per fare meglio». Sente il peso della sconfitta e dei nove milioni pagati per lui. Altro sbaglio contestato alla dirigenza: «Oh Lotito, libera la Lazio». La Nord già ieri sera iniziava a urlare lo slogan della contestazione, rievocava Simeone e Cragnotti: «C’è solo un presidente, noi Lotito non lo vogliamo… Te ne devi annà… Vaffa». Fischi assordanti e uno striscione ironico: «Lotito Peppa Pig». Se lo mangeranno domenica sera: riaperta la Sud, esauriti anche i Distinti, raggiunta quota 35 mila presenze per dopodomani sera col Sassuolo. La partita della “rottamazione”: «Non vorrei che la squadra s’avvilisse oltremodo», il monito rejalista.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy