IL MESSAGGERO – Lulic scatta sulla destra

IL MESSAGGERO – Lulic scatta sulla destra

IL MESSAGGERO Il riscatto del “Flaco” Novaretti. Bocciato da Petkovic, accantonato e ora riproposto da Reja. Dopo i 28 minuti di Firenze, tocca a Diego al Sant’Elia sostituire i “malandati” Dias e Cana, lasciati a casa per una pronta guarigione. È una chance per l’argentino, si gioca la permanenza alla…

IL MESSAGGERO

Il riscatto del “Flaco” Novaretti. Bocciato da Petkovic, accantonato e ora riproposto da Reja. Dopo i 28 minuti di Firenze, tocca a Diego al Sant’Elia sostituire i “malandati” Dias e Cana, lasciati a casa per una pronta guarigione. È una chance per l’argentino, si gioca la permanenza alla Lazio il prossimo anno. Aveva promesso ad agosto: «Sarò la sorpresa della Lazio». Straparlavano i suoi addominali, un fisico statuario, ma oggi sul suo nome è calato il silenzio: 11 presenze, appena 5 in campionato per un totale di 343 minuti. Novaretti adesso vuole convincere Reja, lo gridavano ieri i suoi occhi a Formello. Ha un profilo basso, ma è ambizioso e vuole sciogliere lo scetticismo dell’ambiente. Ha tanta fame di Lazio, oggi s’appiccicherà a Biava per formare la muraglia anti-Cagliari. Konko a destra, Radu stringerà i denti sinistra: per un attimo Reja
ha temuto di dover tornare alla difesa a tre, ieri il rumeno sembrava restituirgli il sorriso.

JOLLY SENAD Avanti col 4-3-3. Il vero esperimento sarà Lulic a destra, intercambiabile con Keita: Reja spera di ritrovare il miglior Senad sulla fascia dello squalificato Candreva. Le sta provando tutte, il tecnico goriziano: non è soddisfatto del rendimento del bosniaco, teme un blocco psicologico, bisogna dargli una scossa. Quel 26 maggio lo ha cambiato, montato? Paradossale che la risposta venga proprio dal maestro di Lulic, da Petkovic: «Forse, dopo il derby, ci siamo seduti un po’ sugli allori». Allora è il momento di rialzarsi, Senad. Assente Candreva, dalla destra dovranno arrivare i cross per Klose, da centrocampo partirà invece un’iniezione di grinta per tutta la squadra. Torna leader Ledesma in regia, per la conquista della terra sarda. Ginocchio ok, la mediana non scricchiolerà, coccolata dai piedi di Biglia e dalla corsa forsennata del “Tata” Gonzalez.

MINALA Beata gioventù in panchina. E guai a fare ironia su Minala: «È sempre con noi, sta lavorando da un mese, si propone bene – racconta Reja – e, se ci fosse la necessità, lo potrei pure inserire a Cagliari». Joseph, campioncino della Primavera, aveva già sfiorato il derby dei grandi, prima che scoppiassero le polemiche sulla sua carta d’identità. Magari oggi potrà finalmente dimostrare il suo talento senza età.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy