IL MESSAGGERO – Reja: «Basta alibi, non voglio più cali»

IL MESSAGGERO – Reja: «Basta alibi, non voglio più cali»

IL MESSAGGERO ROMA La scossa di Reja: rialzarsi all’istante, reagire e riprendere il cammino. Nonostante siano passati due giorni dalla debacle interna con l’Atalanta, il goriziano è ancora furibondo per la sconfitta e ieri ha parlato chiaro alla squadra. Un faccia a faccia di circa un quarto d’ora tra tecnico…

IL MESSAGGERO

ROMA La scossa di Reja: rialzarsi all’istante, reagire e riprendere il cammino. Nonostante siano passati due giorni dalla debacle interna con l’Atalanta, il goriziano è ancora furibondo per la sconfitta e ieri ha parlato chiaro alla squadra. Un faccia a faccia di circa un quarto d’ora tra tecnico e giocatori, nel quale Edy ha rimproverato ai suoi l’approccio alla partita e il fatto di non aver sfruttato a dovere la grande occasione avuta domenica pomeriggio. Battere i nerazzurri avrebbe dato un senso alla rincorsa cominciata dall’inizio del 2014, da quando è rientrato a Formello, invece è arrivata la sconfitta coi bergamaschi, che se non ha vanificato tutto, poco ci manca. Ha esortato tutti a crederci ancora e ha chiesto ai suoi calciatori di riprendere a lavorare, di restare concentrati e di ritrovare grinta e voglia di lottare. Tutte qualità che hanno reso possibile la striscia di risultati utili consecutivi, culminata con la bella prestazione di Firenze. Reja ha inoltre sottolineato come sia difficile giocare in un ambiente così particolare, ma allo stesso tempo ha tentato di spiegare ai suoi ragazzi che in qualche modo devono isolarsi e provare a scendere in campo senza pensare alla contestazione e a tutto quello che c’è attorno.

VERSO CAGLIARI
Il desiderio del tecnico della Lazio è che i big prendano per mano i compagni e facciano la differenza nelle undici partite che restano da qui alla fine. Da interpretare come se fossero altrettanti finali; frasi scontate, ma che identificano bene l’atteggiamento che pretende l’allenatore sin dalla prossima partita a Cagliari.

IL NODO KLOSE
Calciatori come Klose, ad esempio, possono e devono dare di più. Il modo di stare in campo del tedesco non è affatto piaciuto al goriziano e vorrebbe un pronto riscatto. Si aspetta ancora di più da Biglia, Ledesma, Biava e Mauri. Adesso tocca a loro rialzare la Lazio. Nei prossimi giorni Edy deciderà chi dovrà sostituire lo squalificato Candreva. Per Felipe Anderson potrebbe essere l’ennesima occasione, ma il brasiliano non sembra essere ancora in grande condizione psicologica, dopo l’errore dal dischetto in Europa League. Come vice-Candreva si propone pure Kakuta.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy