Il ritorno del guerriero

Il ritorno del guerriero

Brocchi sta per riassaporare il piacere di essere ancora un giocatore. Il suo calvario è finalmente terminato, il piede non fa più male: ora Cristian si sente di nuovo calciatore e, soprattutto, sa di poter tornare ad essere molto utile e questo lo rende euforico. Per la Lazio si tratta…

Brocchi sta per riassaporare il piacere di essere ancora un giocatore. Il suo calvario è finalmente terminato, il piede non fa più male: ora Cristian si sente di nuovo calciatore e, soprattutto, sa di poter tornare ad essere molto utile e questo lo rende euforico. Per la Lazio si tratta di un vero e proprio acquisto, tra l’altro in una zona del campo dove c’è necessità, lì accanto ad Hernanes dove in questo momento il titolare è Alvaro Gonzalez, di un elemento come lui. I due, l’uruguaiano e il milanese, hanno caratteristiche simili. Probabilmente Brocchi ha qualcosa in più dal punto di vista tecnico ma entrambi lottano su ogni pallone, non risparmiandosi mai e al tempo stesso dando alla squadra la possibilità di cambiare velocemente il passo in fase di ripartenza. Per Petkovic, che ne ha apprezzato le qualità fisiche e morali, si tratta di un innesto importante, quasi fondamentale.

Dopo un anno lontano dal terreno di gioco – l’ultima partita è datata 11 novembre del 2011 contro la Juventus – il mediano è finalmente pronto. Per uno strano scherzo del destino il suo rientro sarà contro il Milan, la squadra oltre alla Lazio a cui il giocatore è più legato. In questi ultimi giorni ha intensificato parecchio il lavoro fisico e atletico mostrando ottimi risultati. Da metà dello scorso mese ha cominciato a spingere di più e soprattutto, sotto la guida di Paolo Rongoni, ad effettuare la preparazione vera e propria. Appena ha avuto la certezza che non c’erano più problemi legati al vecchio infortunio, Brocchi ha iniziato ad accelerare spesso allenandosi anche due volte al giorno. Mentre la squadra riposava, lui era in campo a faticare e a recuperare terreno. Due giorni fa è sceso in campo giocando quarantacinque minuti senza alcun problema di tenuta, facendo ogni tipo di contrasto e senza avvertire alcun fastidio. A Petkovic è piaciuto parecchio e sia lo staff tecnico e medico hanno dato il via libera.

Brocchi, che ha dovuto combattere con una microfrattura ai legamenti del quarto e quinto metatarso del piede destro, un infortunio pesante e molto particolare, adesso è guarito e non vede l’ora di avere la sua grande opportunità. Probabile che per il mediano sia l’ultimo anno da giocatore per poi entrare nello staff tecnico della Lazio (il Milan non ha ancora rinunciato ad averlo) per seguire da vicino i piccoli calciatori, che è il suo grande sogno. Non è detto però che non si metta a fare il dirigente o qualcosa molto vicino alla figura del team manager. Claudio Lotito lo stima tanto e a breve i due parleranno di futuro.

Cristian adesso non ci pensa, il suo chiodo fisso è ritornare in campo e dimostrare ancora una volta di essere un giocatore importante.
Sulla stessa strada di Brocchi c’è anche Stefan Radu. Il romeno sta superano brillantemente i suoi problemi muscolari e posturali tanto che ieri si è aggregato al gruppo ma per rivederlo a pieno regime e soprattutto a disposizione di Petkovic ci vorranno almeno una decina di giorni in più rispetto al centrocampista.
Piccole novità legate allo sponsor. Da ieri la Cogetech è entrata in partenship con la Lazio con il marchio Iziplay. Quest’ultimo sarà un premium sponsor e apparirà sui tabelloni dell’Olimpico con i marchi IziCasinò e IziPoker.

il messaggero

Simone Davide

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy