IL TEMPO – Il profeta in fuga

IL TEMPO – Il profeta in fuga

IL TEMPO Al profeta piace l’Inter: pararola del procuratore, Joseph Lee. A dieci giorni dalla chiusura della sessione invernale del mercato, il futuro di Hernanes resta pericolosamente in bilico. Nei prossimi giorni l’agente del brasiliano è atteso nella Capitale per fare il punto della situazione con la Lazio; intanto –…

IL TEMPO

Al profeta piace l’Inter: pararola del procuratore, Joseph Lee. A dieci giorni dalla chiusura della sessione invernale del mercato, il futuro di Hernanes resta pericolosamente in bilico. Nei prossimi giorni l’agente del brasiliano è atteso nella Capitale per fare il punto della situazione con la Lazio; intanto – giusto per riscaldare un ambiente già in fermento – rilascia dichiarazioni poco incoraggianti per il club biancoceleste.

«Al momento non mi risultano contatti tra Inter e Lazio – ha spiegato Lee a calciomercato.com – e nessuno ha parlato con me. La situazione riguarda i due club, io non posso sbilanciarmi. Milano destinazione gradita? Se Inter e Lazio dovessero trovare un’intesa, allora potremmo parlarne con la società nerazzurra». Il messaggio è chiaro, Hernanes si guarda attorno anche se la situazione è molto complicata.

Registrata la retromarcia dell’Atletico Madrid, al momento Lee ha in mano la proposta del Manchester United: i Red Devils hanno fatto un sondaggio per Hernanes, anche se la prima scelta resta Vidal della Juventus. I bianconeri non vogliono privarsi del cileno già a gennaio, ma i Red Devils sembrano intenzionati ad insistere fino agli ultimi giorni di mercato per poi nel caso virare sul profeta. Uno scenario pericoloso per Hernanes e soprattutto per la Lazio (una cessione del brasiliano al fotofinish renderebbe impossibile un investimento per rafforzare la rosa): per questo – pur conoscendo le ristrettezze economiche dell’Inter e ancora prima del clamoroso dietrofront nello scambio Guarin-Vucinic – ieri pomeriggio Lee ha lasciato la porta aperta anche all’ipotesi milanese.

La trattativa, per la verità, è tutt’altro che semplice. Mazzarri apprezza Hernanes, lo voleva già al Napoli e l’ha chiesto al presidente Thohir. L’Inter ha tentato un primo assalto la scorsa settimana offrendo Ranocchia, Belfodil e aprendo uno spiraglio anche per Icardi. Ma Lotito, finora, ha rifiutato ogni contropartita, chiedendo soltanto soldi, per la precisione 20 milioni di euro. Le cose potrebbero però cambiare dopo l’ultima idea nerazzurra: Guarin (valutato 13 milioni) e un conguaglio garantito dalla cessione di Ranocchia al Borussia Dortmund (i tedeschi offrono 10, i nerazzurri chiedono 12) per Hernanes. Sembra fantacalcio (tra l’altro Guarin guadagna oltre 2 milioni a stagione), ma potrebbe non esserlo. Anche perché l’Inter ha già pronta l’offerta di riserva nel caso lo scambio con Guarin dovesse naufragare: 9 milioni subito, altri 9 a giugno per assicurarsi Hernanes.

Nel frattempo la Lazio resta alla ricerca di un rinforzo per l’attacco. Quando l’affare Bendtner sembrava fatto, Reja ha bloccato tutto: il danese non piace all’allenatore. Il Sassuolo spinge per Floccari, ma Zaza non vuole muoversi. Ci sarebbe poi il sogno Quagliarella, rinvigorito dallo stop di Vucinic, ma sembra pura utopia. E il nome del nuovo attaccante della Lazio resta un rebus.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy