IL TEMPO – Petkovic: «Il gol? Problema acuto»

IL TEMPO – Petkovic: «Il gol? Problema acuto»

L’Europa si allontana e il fallimento si avvicina. La Lazio pareggia a Parma e scivola all’ottavo posto in classifica. È la sintesi di un disastro annunciato: tredici punti in quindici partite nel girone di ritorno, un’infinita serie di errori che hanno trascinato i biancocelesti in una crisi profonda. Il quinto…

L’Europa si allontana e il fallimento si avvicina. La Lazio pareggia a Parma e scivola all’ottavo posto in classifica. È la sintesi di un disastro annunciato: tredici punti in quindici partite nel girone di ritorno, un’infinita serie di errori che hanno trascinato i biancocelesti in una crisi profonda. Il quinto posto dista 3 lunghezze, ma le aspettative sono tutt’altro che incoraggianti e la gara del Tardini ha evidenziato tutti i limiti della banda Petkovic.
Squadra spenta e senza idee, poco entusiasmo e stimoli sotto zero, è la noia la vera protagonista del match(soprattutto nel primo tempo). Poche palle gol e difficoltà nel creare occasioni, la vittoria lontano dall’Olimpico continua a mancare dal 22 dicembre scorso, è una marcia del tutto inaspettata. Ma il tecnico bosniaco non fa drammi e ordina di ripartire immediatamente: «Sono molto soddisfatto di come i giocatori hanno interpretato la gara e di come hanno onorato la maglia – spiega Petkovic – mi dispiace solo che ultimamente non riusciamo a fare tanti punti. Proveremo sicuramente a rimanere agganciati alle altre squadre a partire dalla prossima sfida con il Bologna». Tanti giocatori fuori forma e una condizione da ritrovare. Poche reti nelle ultime uscite e una la Lazio che non sa più vincere, l’analisi della partita è senza dubbio sincera: «Il primo tempo è stato equilibrato, le due squadre erano un po’ impaurite. Nella ripresa abbiamo fatto molto meglio, la squadra ha creato tanto ma purtroppo non è riuscita a segnare. Sono contento sicuramente di come i miei ragazzi hanno lottato fino all’ultimo. Dispiace per i tre punti, ora dobbiamo lavorare e far riprendere al top ogni giocatore». Parma-Lazio si è accesa nei minuti finali. Prima il gol annullato ai padroni di casa al 90′, poi una situazione identica all’ultimo secondo per i biancocelesti con Kozak. Ma secondo Petkovic non sono gli episodi a stabilire il rendimento di una partita intera: «Erano in linea e spesso in questi casi conta l’interpretazione. Non ho analizzato bene, purtroppo non è stata concessa la rete. Ma non cambia niente, abbiamo sbagliato anche occasioni migliori. Dovevamo essere più cinici sotto porta. Problema gol? È un problema acuto».
La crisi della Lazio coincide perfettamente con quella di Miro Klose. Il tedesco non segna dal 14 dicembre scorso(Lazio-Inter 1-0), voleva interrompere il digiuno, non è riuscito a sbloccarsi, tutti lo aspettano con ansia: «La scelta di schierarlo è stata giusta – continua Petko – abbiamo messo in difficoltà il Parma anche con il tedesco ed Ederson, ma è mancata precisione nell’ultimo passaggio. Dovevamo essere più concreti. Anche Floccari e Kozak quando sono entrati hanno fatto bene e meritavano una soddisfazione». Fuori per scelta tecnica Mauri: «È un periodo che accusa diversi problemi fisici ma era comunque a disposizione. Ho fatto questa scelta perché ci sono giocatori che stanno meglio».
Domenica prossima arriva il Bologna all’Olimpico, si tratta dell’ultimo treno utile per l’Europa League: «È un’altra squadra di spessore che sa giocare a calcio. Sarà senza dubbio un match complicato, adesso lavoriamo bene durante la settimana per arrivare in modo positivo. Dare tutto per tutto per portare a casa la partita». 

Il Tempo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy