IL TEMPO – Verso la finale di Coppa Italia domenica pomeriggio

IL TEMPO – Verso la finale di Coppa Italia domenica pomeriggio

Ancora due giorni e l’attesa data della finale di Coppa Italia tra Lazio e Roma sarà finalmente svelata. Le opzioni sul tavolo sono due: domenica 26 maggio, come da calendario ufficiale, o venerdì 24 maggio, con due giorni di anticipo per venire incontro alla richiesta del sindaco della Capitale Gianni…

Ancora due giorni e l’attesa data della finale di Coppa Italia tra Lazio e Roma sarà finalmente svelata. Le opzioni sul tavolo sono due: domenica 26 maggio, come da calendario ufficiale, o venerdì 24 maggio, con due giorni di anticipo per venire incontro alla richiesta del sindaco della Capitale Gianni Alemanno, preoccupato per l’affluenza alle urne e i problemi di ordine pubblico nel giorno delle elezioni comunali.
Domani mattina la Lega di A presenterà le proprie idee all’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive. I piani sul tavolo sono due, ilvero nodo da sciogliere è la divisione dell’Olimpico. Le società vorrebbero spartire lo stadio in due parti: Sud alla Roma, Nord alla Lazio, Montemario e Tevere (dove sarebbe creato un cuscinetto centrale per tenere distanti le tifoserie) divise a metà. Il piano di riserva di Lega e società è invece gradito alla Prefettura: Nord e Tevere alla Lazio, Sud e Montemario alla Roma. Per non creare «discriminazione» tra i club – in Montemario ci sono alcune migliaia di posti in meno – sarebbe «costruito» un cuscinetto in Tevere per equiparare numericamente le tifoserie. Per le società, però, questa soluzione porterebbe un problema: i biglietti di tribuna potrebbero essere acquistati soltanto da abbonati o possessori della tessera del tifoso, quindi sarebbe complicato riempire lo stadio.
Le due soluzioni saranno vagliate dall’Osservatorio ed esaminate con ogni probabilità mercoledì mattina alla presenza del prefetto Giuseppe Pecoraro, assente nell’ultima riunione. Di certo non sarà presa in considerazione la proposta rilanciata da Alemanno («Si potrebbe far slittare la gara a mercoledì 29 maggio») perché i giocatori devono raggiungere le rispettive Nazionali. L’anticipo al venerdì non è escluso, ma la soluzione più probabile resta domenica 26: non alla sera come vorrebbero Lega e televisione, ma al pomeriggio, probabilmente alle 17. Oggi, invece, la Lega di A dovrebbe accettare la richiesta avanzata dalla Lazio di anticipare la gara con il Parma da lunedì prossimo a domenica ore 15.

Il Tempo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy