ZOOM – Lazio in ansia per il suo Panzer..

ZOOM – Lazio in ansia per il suo Panzer..

La beffa arriva al 94’. Nel recupero Rigoni vanifica la rimonta della Lazio passata dal 2-0 di fine primo tempo al 2-2. Finisce così 3-2 per i rossoblù e per la terza partita consecutiva in campionato (un solo punto racimolato tra Palermo, Chievo e Genoa) la squadra di Petkovic chiude…

La beffa arriva al 94’. Nel recupero Rigoni vanifica la rimonta della Lazio passata dal 2-0 di fine primo tempo al 2-2. Finisce così 3-2 per i rossoblù e per la terza partita consecutiva in campionato (un solo punto racimolato tra Palermo, Chievo e Genoa) la squadra di Petkovic chiude senza vittoria: «Una sconfitta che brucia — ammette il tecnico — e ora tutti quelli che ci definivano fortunati forse si ricrederanno. Probabilmente la gara di martedì contro la Juve ci ha fatto scaricare un po’ le batterie, ma è un problema che riguarda tutte le squadre impegnate su più fronti: se vogliamo essere grandi dobbiamo saper reagire subito a livello mentale. Comunque sono tranquillo, abbiamo già dimostrato di saperci rialzare nei momenti di difficoltà». Resta una brutta frenata. A cui si aggiunge anche il nuovo infortunio di Klose: sospetta distorsione al ginocchio destro per il tedesco che non risponderà alla convocazione della Nazionale. Oggi volerà comunque in Germania per farsi visitare dal dottor Müller-Wohlfahrt. A rischio la sua presenza contro il Napoli, saranno decisive le prossime ore:

«Sono preoccupato — rivela Petkovic — per Miro e soprattutto per Brocchi. Il fallo che gli ha fatto Matuzalem era sicuramente da rosso». Non è però della stessa opinione l’arbitro e l’entrata killer del brasiliano — che a essere maliziosi sembra quasi un regolamento di conti — viene inspiegabilmente punita solo con il cartellino giallo: «Avevo la palla tra i piedi e non mi aspettavo un intervento del genere da dietro», spiega allibito il centrocampista della Lazio. Ha lasciato il campo in lacrime e rischia seriamente di chiudere in anticipo la sua carriera. Le condizioni della caviglia saranno comunque valutate nei prossimi giorni. Altri problemi in vista della gara con il Napoli. Ma Mauri non è preoccupato: «Siamo abituati a guardare sempre chi sta sopra di noi in classifica, e sabato cercheremo di dimezzare il distacco di 6 punti che attualmente ci separa dalla squadra di Mazzarri. Abbiamo già dimostrato che contro le grandi difficilmente sbagliamo».

La Repubblica

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy