La Curva, “Stop ai gesti razzisti, ma…”

La Curva, “Stop ai gesti razzisti, ma…”

Nessun coro razzista né saluto romano, come promesso. Ma i tifosi della curva Nord, pronti ad invadere Stoccarda per sostenere come sempre la Lazio (i biglietti venduti per il settore ospiti sono 1.100), non avranno alcun riguardo nei confronti dei delegati Uefa. Al contrario, se gli incaricati dell’organo di governo…

Nessun coro razzista né saluto romano, come promesso. Ma i tifosi della curva Nord, pronti ad invadere Stoccarda per sostenere come sempre la Lazio (i biglietti venduti per il settore ospiti sono 1.100), non avranno alcun riguardo nei confronti dei delegati Uefa. Al contrario, se gli incaricati dell’organo di governo del calcio europeo stazioneranno ancora nei pressi del settore biancoceleste come accaduto all’Olimpico durante la gara col Borussia (ma secondo qualcuno stavolta potrebbero addirittura «infiltrarsi» in mezzo ai laziali), i tifosi saranno pronti a ricoprirli di fischi e insulti.

Dopo la chiusura dell’Olimpico per due turni decisa dall’Uefa per «comportamento razzista», la linea della Nord è chiara: stop ai cori razzisti e al saluto romano (fermo restando le idee politiche immutate) per scongiurare una nuova squalifica del campo o addirittura l’esclusione del club dalle future competizioni europee. Un segno di amore verso la Lazio, ma a detta loro l’Uefa non merita alcun rispetto perché «da tempo segue la squadra biancoceleste con attenzione particolare».

Ieri pomeriggio, intanto, la Lazio ha spedito a Nyon il ricorso contro la chiusura dell’Olimpico per le prossime due gare interne. Come previsto, nella documentazione inviata ci sono foto e video che dimostrerebbero la totale innocenza dei tifosi della Nord, ma anche un rapporto «rassicurante» degli organi di polizia. L’Uefa dovrà ora decidere la composizione del collegio giudicante dell’Organo di Appello (tre membri di paesi diversi) e fissare la data dell’udienza. La Lazio spera in una discussione immediata, magari già domani. Più probabile, però, che il ricorso venga discusso nei primi giorni della prossima settimana: giovedì prossimo c’è il ritorno con lo Stoccarda.

Il tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy