La Lazio piega il Parma

La Lazio piega il Parma

La Lazio batte il Parma 2-1. Bissa la bella vittoria ottenuta meno di una settimana fa con l’Udinese.E prosegue la rincorsa al terzo posto in classifica. Petkovic mostra di avere i piedi per terra. Dice: «Era importantissimo conquistare i tre punti, ma oggi c’è stata l’ennesima dimostrazione che non è…

La Lazio batte il Parma 2-1. Bissa la bella vittoria ottenuta meno di una settimana fa con l’Udinese.E prosegue la rincorsa al terzo posto in classifica. Petkovic mostra di avere i piedi per terra. Dice: «Era importantissimo conquistare i tre punti, ma oggi c’è stata l’ennesima dimostrazione che non è mai facile. Non è stata una delle migliori Lazio, ma abbiamo fatto abbastanza per vincere». «Abbiamo concesso solo un’occasione oltre al rigore, dove non ci siamo comportati bene difensivamente – ha aggiunto il tecnico biancazzurro -. Klose non dovrebbe essere grave, forse ha solo un piccolo risentimento muscolare, ma lo scopriremo dopo delle analisi specifiche».

Nel giorno del ricordo di Tommaso Maestrelli (oggi sono 36 anni dalla sua scomparsa e durante il prepartita è stato proiettato un video ricordo), la Lazio mette in carniere tre punti pesanti per proseguire la marcia verso l’obiettivo stagionale: conquistare un posto in Champions league. Petkovic deve fare a meno di Marchetti, alle prese con noie muscolari, e in porta tocca a Bizzarri, e affida l’attacco a Klose. Donadoni conferma il 4-3-3 delle ultime partite con il trio d’accacco formato da Biabiany, Amauri e Sansone.

La prima palla gol della partita è per i padroni di casa con Candreva che lascia partire un tiro da fuori area che non trova lo specchio della porta. Ci riprova al 18′ la squadra di Petkovic, Hernanes lancia verso Mauri ma Mirante disinnesca la trama offensiva biancoceleste in uscita. La Lazio insiste e si rende ancora pericolosa con una verticalizzazione di Ledesma per Mauri ma l’estremo difensore dei ducali anticipa il laziale. Al 24′ passano i biancocelesti, il gol arriva dopo un calcio d’angolo, la palla resta nell’area piccola e in mischia Biava trova la deviazione vincente sotto porta.

Protestano al 28′ i ducali che chiedono un calcio di rigore per un fallo di mano di Klose ma l’arbitro Guida lascia correre. Replica la Lazio al 29 ‘con Hernanes che calcia alto dal limite. Al 33′ arriva il raddoppio di Klose che entra in area e batte Mirante in uscita. Al 39’ Biabiany tenta il tiro dalla distanza, palla alta sopra la traversa.

Nella ripresa riparte subito forte la Lazio che al 4′ ha ancora l’occasione per segnare, sulla gran botta di Candreva risponde con un’ottima parata Mirante. Al 20′ si riapre la partita grazie a un rigore per fallo su Marchionni. Agli 11 metri va Belfodil che si fa parare da Bizzarri il tiro, ma sulla ribattuta lo stesso Belfodil insacca, 2-1. Tre minuti dopo ancora Belfodil si trova, su cross di Gobbi, da solo davanti a Bizzarri ma il portiere dice di no. Torna a farsi vedere in avanti l’11 di Petkovic, al 35′ Mirante anticipa di testa fuori dall’area Candreva. Ultima palla gol per la Lazio al 36′ quando Kozak manca clamorosamente la rete a due passi dalla porta.
I biancocelesti all’Olimpico hanno finora accumulato 19 dei 29 punti conquistati.

Il Messaggero

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy