La Lazio scopre il tesoretto

La Lazio scopre il tesoretto

Prima vendere tanto poi, solo se ci sarà un’occasione di livello, arriverà un rinforzo. La strategia per il mercato di gennaio non cambia, anzi i risultati degli ultimi mesi confortano i dirigenti della Lazio sul lavoro portato avanti negli ultimi anni. L’obiettivo è dunque chiaro: sfoltire una rosa con tante…

Prima vendere tanto poi, solo se ci sarà un’occasione di livello, arriverà un rinforzo. La strategia per il mercato di gennaio non cambia, anzi i risultati degli ultimi mesi confortano i dirigenti della Lazio sul lavoro portato avanti negli ultimi anni. L’obiettivo è dunque chiaro: sfoltire una rosa con tante spine (per ora è partito solo Matuzalem che dal 3 gennaio diventerà ufficialmente un centrocampista del Genoa con 1 milione di risparmio). L’elenco degli esuberi è molto lungo, ce n’è per tutti i giusti e per tutti i settori del campo. La cessione dei difensori Zauri (Pescara) e Stankevicius (Celta Vigo) consentirebbe di risparmiare 1,3 milioni lordi di ingaggio fino a giugno. Per il centrocampo c’è sempre Sculli che può accordarsi col Genoa anche se la richiesta di Preziosi di ridursi lo stipendio firmato fino a giugno del 2015 non è stata presa bene dal giocatore e quindi non c’è la certezza che alla fine l’affare vada in porto. Anche Foggia ha il foglio di via già firmato e insieme con Sculli porterebbe un altro paio di milioni lordi di risparmio alla casse biancocelesti: e siamo a quota 4,3. Poi gli attaccanti Rocchi e Zarate, i pezzi grossi. Rocchi è già d’accordo con l’Inter, Lotito chiede 800 mila euro per il cartellino, Moratti è arrivato fino a 300 mila, una quota simbolica per un attaccante di 35 anni e mezzo.



La sensazione che la trattativa possa andare in porto più in là. Con l’ex capitano biancoceleste si arriva a 5,5 milioni di ingaggi che la società non dovrebbe più pagare. Infine Zarate, il caso più spinoso perché qui il risparmio lordo sarebbe di 3 milioni. L’offerta del Genoa c’è ma non soddisfa l’entourage dell’argentino che spera in un top club.Si è parlato di uno scambio con Flamini e Zarate al Milan:fantacalcio. Di certo con l’addio dell’attaccante si raggiungerebbero quegli otto milioni di risparmio che servirebbero a prendere Abdellaoue, vero obiettivo per l’attacco. Piace anche Admir Mehmedi, punta di 21 anni della Dinamo Kiev ma di passaporto svizzero (è stato segnalato da Petkovic). In mediana, invece, non sono previsti arrivi a meno che non ci sia un’occasione incredibile (Cirigliano sarebbe l’ideale). Si spera in Brocchi che negli ultimi 5 mesi della sua carriera deve essere il vice-Gonzalez.

Il Tempo

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy