Lazio, che mosse sul mercato! Botto da 368 milioni di euro…

Lazio, che mosse sul mercato! Botto da 368 milioni di euro…

Una rosa costata 98 milioni, ora vale 270 milioni in più

ROMA – La premiata ditta Tare-Inzaghi fa felice Lotito. Perché – scrive La Repubblica – le scelte di mercato del ds, esaltate dal gioco e dai risultati del giovane allenatore, hanno moltiplicato il valore della rosa biancoceleste. Considerando il costo dei cartellini dei 25 giocatori inseriti nella lista di Serie A, la spesa per costruire questo gruppo è stata di 98 milioni: l’ottimo inizio di stagione, con 8 partite vinte su 10, ha contribuito a portare il valore di mercato complessivo dell’organico (sommando quello attuale di ogni calciatore) a ben 368 milioni, quasi il quadruplo quindi, con un incremento di 270 milioni rispetto al costo iniziale. Chiaro che l’enorme differenza tra il prezzo dei cartellini e il valore di oggi sia dovuta ai successi degli ultimi 12 mesi, con la qualificazione in Europa League, la finale di Coppa Italia e il trionfo in Supercoppa contro la Juve: Ciro Immobile, ad esempio, a fine giugno valeva già 53 milioni e l’estate precedente era stato pagato “appena” 10; adesso, secondo il Cies Football Osservatory (l’ente finanziato dalla Fifa specializzato nella stima scientifica del valore dei calciatori), il centravanti azzurro ha toccato quota 66,3. Insomma da quando è arrivato Inzaghi sulla panchina biancoceleste, la Lazio è diventata un tesoro: finora è stato bravissimo, il tecnico, a esaltare le doti dei giocatori che la società gli ha messo a disposizione.

L’incremento più clamoroso è del gioiello Milinkovic: l’estate scorsa la Lazio ha rifiutato un’offerta di 70 milioni (e si vocifera che ne sia arrivata un’altra da addirittura 120 negli ultimissimi giorni di mercato) per il giovane serbo, pagato 6 milioni nel 2015 (più altri 9 quest’anno per evitare di dover versare al Genk il 50% della futura rivendita). Impressionante anche la crescita di Luis Alberto: costato 5,5 milioni nell’agosto 2016, adesso il club non se ne priverebbe per meno di 40. E pensate che salto in alto se lo spagnolo venisse convocato dalla sua nazionale per i prossimi Mondiali in Russia. Nella lista dei 25, sei giocatori non sono costati un euro (Patric preso a parametro zero, Nani in prestito gratuito, 4 cresciuti nel vivaio) e adesso valgono in tutto oltre 30 milioni.

Il caso più eclatante è quello del portiere Strakosha, ex Primavera che ora vale almeno – almeno – 15 milioni. Ma anche Murgia, prodotto del settore giovanile, viaggia veloce verso i 10 milioni. Poi c’è de Vrij: si tratta per inserire nel contratto una clausola da 25 mln, ed è costato 7. Un altro difensore, Wallace, è sui 15 milioni contro gli 8,5 del prezzo pagato dalla Lazio l’estate scorsa. Felipe Anderson non vale più i 50 milioni offerti dal Manchester United nel 2015, ma certo molto più di quanto investito per lui (30 mln contro 7,8). Curiosità finale: come detto, l’intera rosa di 25 elementi è costata 98 milioni, appena 8 in più della cifra versata dalla Juve al Napoli per il solo Higuain…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy