Lazio, goditi il vero Ederson

Lazio, goditi il vero Ederson

 Brillante, duttile, concreto, vincente: Ederson. Brillante nel gioco, duttile tatticamente, concreto e vincente perché decisivo. E’ un giocatore moderno, tuttocampista di scuola brasiliana e mitteleuropea. Non ditegli che è sempre infortunato, che è “rotto”, s’infuria. E’ stato menomato dagli infortuni, il destino gli ha teso perfidi agguati, ha lavorato sodo…

 Brillante, duttile, concreto, vincente: Ederson. Brillante nel gioco, duttile tatticamente, concreto e vincente perché decisivo. E’ un giocatore moderno, tuttocampista di scuola brasiliana e mitteleuropea. Non ditegli che è sempre infortunato, che è “rotto”, s’infuria. E’ stato menomato dagli infortuni, il destino gli ha teso perfidi agguati, ha lavorato sodo per tornare in forma. Il tempo in cui era malmesso e dismesso è passato, lo dice il campo, parlano i risultati. Ederson, quando sta bene, quando gioca, si fa notare, è l’uomo in più. E’ successo sabato contro il Catania: è entrato, ha messo lo zampino in ogni azione pericolosa, ha azionato la manovra che ha portato al pareggio (palla a Radu), si è guadagnato il rigore (affondo implacabile). E prim’ancora aveva fornito un assist a Kozak (sfruttato male dal ceco) dopo uno slalom sgusciante. E’ successo tutto in pochi minuti, per la gioia di Petkovic che l’ha sganciato al momento giusto.

L’ASSO – Ederson è un jolly e un asso, ha giocato poco, ha pagato l’infortunio traumatico subito in ritiro (ginocchio destro), due stiramenti e un’infiammazione ai tendini d’Achille. E’ stato utilizzato 17 volte tra campionato ed Europa League: 11 presenze in campionato (8 subentri, 3 apparizioni di ruolo), 6 in Coppa (3 subentri, 3 apparizioni di ruolo). Ederson ha segnato tre reti, una in serie A: fu decisivo, firmò il vantaggio contro il Siena, aprì le danze, poi raddoppiò Ledesma (2-1 finale). Due gol li ha siglati in Europa, sono stati gol pesanti: contro Maribor (1-0) e Stoccarda nelle sfide d’andata (in Germania realizzò l’1-0, il match finì 2-0). Nel conto vanno compresi gli assist sfornati a Maribor (match di ritorno), furono due, li regalò a Kozak e Floccari. Il conto è fatto: Ederson è partito sei volte titolare, è stato sostituito due volte nell’intervallo, è accaduto contro Udinese e Fiorentina. In tre occasioni ha scollinato il 60’ minuto (Maribor, Siena e Stoccarda) ed è stato preziosissimo. I numeri non mentono, sono specchio della realtà. Se il brasiliano è in forma è capace di cambiare le partite.

IL FUTURO – Ederson è un uomo in più: «Mi alleno sempre al massimo con l’obiettivo di giocare, sta al mister decidere», ha detto dopo il match col Catania. Ha sfruttato la pausa per lavorare atleticamente, le cure dello staff medico l’hanno aiutato, non sta accusando problemi muscolari, erano dovuti anche alla postura sbagliata. Ederson vuole vivere un grande finale di stagione, spera di strappare la fiducia di Petkovic una volta per tutte. Vlado l’ha sempre gestito con cautela, era necessario farlo: a Stoccarda lo lanciò titolare, contro la Fiorentina lo ripropose, ma il brasiliano accusò un calo fisiologico, non riuscì a reggere il doppio impegno. Ederson crescerà col tempo, è già a buon punto. Ha bisogno di giocare per trovare il ritmo partita, non è facile entrare in corsa, per di più con la squadra in svantaggio, ed è essere determinante. Lui ci è riuscito. Ederson lancia l’assalto finale, vuole confermarsi, non si accontenta. Ha sfiorato la Lazio tre volte in passato, finalmente l’ha sposata. Il peggio è passato, guarda al futuro, sa di poter aiutare la squadra. Esterno offensivo, seconda punta, sono i suoi ruoli. E’ nato trequartista, è nato numero 10, si è specializzato nel tempo ed è diventato prezioso in varie zone del campo. E’ un fantasista concreto, ha dribbling, velocità, tiro, ha carattere.

IN TURCHIA – Ederson è pronto, giovedì dovrebbe giocare, è carico, il momento va sfruttato. E’ iniziata una settimana lunga, porterà al derby contro la Roma. Petkovic ragionerà sul turnover, ha un Ederson in più da utilizzare. In Europa si trova

IL Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy