Lazio in ansia per Floccari

Lazio in ansia per Floccari

Febbraio è stato il mese nero della Lazio, perché Petkovic, da un impegno all’altro, ha perso diversi giocatori. Domenica 3 a Marassi, nella partita con il Genoa, alla sconfitta si aggiunsero gli infortuni di Brocchi e Klose. Lesione al legamento collaterale esterno del ginocchio destro per il tedesco, piede rotto…

Febbraio è stato il mese nero della Lazio, perché Petkovic, da un impegno all’altro, ha perso diversi giocatori. Domenica 3 a Marassi, nella partita con il Genoa, alla sconfitta si aggiunsero gli infortuni di Brocchi e Klose. Lesione al legamento collaterale esterno del ginocchio destro per il tedesco, piede rotto per il centrocampista. Con il Napoli si è fermato Mauri (distorsione alla caviglia destra), nel posticipo con il Pescara di lunedì scorso la Lazio ha perso anche Konko, che ha riportato una lesione al legamento collaterale del ginocchio. E ieri s’è aggiunto l’allarme scattato per Sergio Floccari. Il centravanti calabrese ha interrotto l’allenamento e ha concluso il lavoro in modo differenziato. Si parla di problemi articolari al ginocchio destro, un infortunio da valutare nelle prossime ore. Potrebbe non essere preoccupante, ma l’allarme è scattato, come era logico supporre. Petkovic ancora non sa se potrà contare su Floccari, questa mattina alla Paideia per i controlli strumentali. Dagli esami clinici lo staff medico della Lazio attende l’autorizzazione e l’ok per consentire al vice Klose di allenarsi. L’allenamento è fissato per le 10,30 al centro sportivo di Formello. Alle 13,30 parlerà Petkovic in conferenza stampa, dopo pranzo la partenza per Milano, dove la squadra biancoceleste conta di arrivare a metà pomeriggio. Il tecnico di Sarajevo spera ancora di poter recuperare Floccari, ma un dubbio c’è e questa mattina la risonanza magnetica e il campo dovranno dare delle risposte precise. Le valutazioni riguarderanno le sue condizioni, la possibilità di presentarsi a San Siro al 100 per cento della condizione, i prossimi impegni con Stoccarda (giovedì) e Fiorentina (domenica prossima). E’ un momento decisivo della stagione.  «Floccari non ha completato la seduta di allenamento ma ha svolto un lavoro differenziato, ha accusato qualche problema articolare ma le sue condizioni non destano preoccupazione anche se c’è da considerare che siamo a due giorni dalla partita. Domani sarà un test importante per lui» ha spiegato Stefano Salvatori. Qualora non potesse essere convocato, toccherebbe a Kozak dal primo minuto. Il ceco favorito sul francese Louis Saha, impiegato sinora solo negli ultimi venti minuti a Siena.

I
NFERMERIA- Il medico sociale della Lazio è intervenuto alla radio ufficiale per fare il punto della situazione. L’unica buona notizia riguarda Stefano Mauri. Ha ripreso a correre. Dovrà saltare il Milan, ma forse riuscirà a recuperare per l’andata degli ottavi di Europa League con lo Stoccarda. Stankevicius, che non gioca una partita ufficiale con la Lazio da più di un anno, è stato fermato nelle ultime ore dall’influenza.  «Mauri sta rispondendo molto bene alle terapie, domani inizia a correre, se non dovesse avere problemi ci sono speranze di recuperarlo per giovedi prossimo a Stoccarda, ne sapremo di più lunedì». Salvatori ha dato informazioni anche sugli altri giocatori. Klose lunedì volerà a Monaco di Baviera. I controlli chiariranno a che punto si trova e i suoi tempi di recupero.  «Konko ha messo un tutore, effettuerà un nuovo controllo tra due settimane e continuerà il lavoro fisioterapico. Speriamo tra due settimane di avere un buon recupero e ripresa anticipata». Infine Brocchi:  «In settimana svolgerà terapie supplementari per accelerare il recupero, ma siamo comunque lontani dal dare una data di rientro»

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy