• SUL CAN. 669 DELLA TUA TELEVISIONE TROVI CITTACELESTE TV - 24 ORE AL GIORNO, IN DIRETTA, PER PARLARTI DI LAZIO!

Lazio-Inter, all’ultimo respiro sorridono sempre i biancocelesti

Lazio-Inter, all’ultimo respiro sorridono sempre i biancocelesti

di redazionecittaceleste

ROMA – E’ arrivato il giorno della “finale” Champions. Non si tratta di Real Madrid-Liverpool, che si disputerà sabato prossimo, bensì di Lazio-Inter. I biancocelesti giocheranno in casa e avranno a disposizione due risultati utili su tre. In più, dalla loro parte, c’è anche la storia. Non è infatti la prima volta che i capitolini e i nerazzurri si sfidano all’ultima giornata in un match decisivo. Impossibile, infatti, non ricordare il 5 maggio 2002, quando Ronaldo e compagni hanno perso lo Scudetto dopo aver subito 4 gol all’Olimpico. Un finale inaspettato, che ha fatto sorridere la Juve. Il ricordo più lontano però è quello del 2 giugno 1935. La Juventus espugna Firenze a pochi minuti dalla fine, grazie a una rete di Ferrari, mentre l’Ambrosiana-Inter soccombe a Roma dinanzi alla Lazio con un risultato (4-2) e un esito identici a quelli che si sarebbero verificati 67 anni dopo. Tricolore per i bianconeri e disperazione nerazzurra. L’ultimo capitolo risale al 13 maggio del 2012. Le due compagini non trovano il miracolo Champions, ma la squadra di Reja si toglie la soddisfazione di battere Stramaccioni e chiudere al quarto posto. L’Inter è sesta e un po’ di differenza la fa, perché dovrà partecipare al preliminare del 2 agosto di Europa League. Tre episodi passati che possono far sorridere Inzaghi in vista di questa sera, con la speranza – questa volta – anche del pareggio.

Calciomercato Lazio, TuttoSport: “Bomba, pronti 120 milioni”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy