Lazio – Merkel,Preziosi apre

Lazio – Merkel,Preziosi apre

Merkel e la Lazio, prime ammissioni, prime conferme: «Se è incedibile? Ad oggi posso dire di sì, ma in futuro si vedrà…» . Parola di Preziosi, s’è rifatto sentire ieri, ha aperto alla possibile cessione di Alexander Merkel, gioiellino classe 1992, un vecchio pallino dei biancocelesti. La maxioperazione sta prendendo…

Merkel e la Lazio, prime ammissioni, prime conferme: «Se è incedibile? Ad oggi posso dire di sì, ma in futuro si vedrà…» . Parola di Preziosi, s’è rifatto sentire ieri, ha aperto alla possibile cessione di Alexander Merkel, gioiellino classe 1992, un vecchio pallino dei biancocelesti. La maxioperazione sta prendendo corpo, i contatti tra Genoa e Lazio sono continui. Il presidente Preziosi ha confermato l’interesse per Matuzalem: «E’ vero, ci interessa» , ha detto a cittaceleste.it. Sabato s’era lasciato scappare il desiderio d’avere in squadra «Floccari e Zarate» . Gli scenari si stanno svelando, gli accordi devono essere definiti, i colloqui sono in corso. Il Genoa, in sintesi, è interessato a Matuzalem, Zarate e Floccari, ma difficilmente riuscirà a chiudere tre operazioni. Preziosi ha già in pugno Matuzalem, ne ha parlato più volte con Lotito, c’è il via libera per trattare gol giocatore (guadagna circa 1,5 milioni di euro, il brasiliano non è disposto a tagliarsi l’ingaggio, serve un’intesa). Capitolo Floccari: è già stato a Genova due volte, partì per colpa di Gasperini, oggi i rossoblù sono allenati da Del Neri, è uno dei maestri di Sergio. Floccari in estate ha rifiutato ogni offerta pur di restare a Roma sino a fine stagione, sta trovando spazio in Europa, ma a gennaio potrebbe prendere in considerazione nuove offerte. Con Del Neri esplose, si conobbero all’Atalanta, nacque un bel feeling che si trasformò in gol e risultati. Preziosi sogna Zarate da anni, non l’ha mai convinto a firmare. Maurito ha sempre rifiutato la destinazione, a gennaio partirà, è attratto dal calcio spagnolo e da quello inglese, vuole cambiare aria.

L’ALLEANZA – Lazio e Genoa chiuderanno nuovi affari, non è solo una sensazione. Hanno collaborato in passato, torneranno a farlo nelle prossime settimane nonostante gli attriti di questa estate (dovuti agli affari Sculli, Carrizo e Granqvist, saltarono clamorosamente). Lotito rimase malissimo perché Preziosi non mantenne la promessa, non riscattò Sculli, l’aveva assicurato a gennaio. E perché tolse dal mercato Granqvist, successe all’improvviso. I due presidenti hanno riparlato del passato nei colloqui avuti di recente, hanno chiarito ogni attrito. Il Genoa s’è detto pronto a riprendere Sculli, ma su di lui pende il pericolo di una squalifica per i noti fatti legati al calcioscommesse. In questo caso le carte cambierebbero così come le intenzioni dei rossoblù. Affare Sculli a parte, la Lazio per arrivare a Merkel potrebbe inserire nell’operazione il cartellino di Matuzalem e magari quello di Floccari.

MERKEL – La maxi-operazione sarà definita entro dicembre, c’è tempo per farlo. Contano le intenzioni, ci saranno sorprese. Merkel, centrocampista tedesco, 1,77 di altezza, un passato nelle giovanili dello Stoccarda, piace molto alla Lazio. Lo voleva Reja in passato e i dirigenti l’hanno sempre stimato. E’ duttile, può occupare più ruoli, può essere adattato in vari moduli. E’ classe 1992, ha fatto la trafila nelle nazionali giovanili della Germania, è stato scoperto dal Milan, ha il futuro assicurato. Nel Genoa quest’anno non ha brillato, è stato risucchiato nella crisi che ha colpito i rossoblù. Prima la gestione De Canio, poi quella Del Neri, non è stato facile imporsi. Merkel l’anno scorso fu ceduto in prestito al Milan, fu sfortunato, si fece male al ginocchio destro, furono interessati i legamenti. Il Genoa lo aveva acquisito nel 2011 grazie all’affare El Shaarawy, arrivò in comproprietà.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy