Lazio, mistero sul futuro

Lazio, mistero sul futuro

ROMA C’è una domanda che, soprattutto in questi giorni, frulla ripetutamente nella testa di tifosi biancocelesti: quale futuro avrà la Lazio? Alla luce dell’attuale situazione ogni risposta ottimistica sarebbe azzardata. La forte e continua contestazione (anche l’inno è stato ritirato) i risultati che non arrivano, una stagione deludente e anonima,…

di redazionecittaceleste

ROMA C’è una domanda che, soprattutto in questi giorni, frulla ripetutamente nella testa di tifosi biancocelesti: quale futuro avrà la Lazio? Alla luce dell’attuale situazione ogni risposta ottimistica sarebbe azzardata. La forte e continua contestazione (anche l’inno è stato ritirato) i risultati che non arrivano, una stagione deludente e anonima, la squadra indebolita tecnicamente. Insomma, non ci sono prospettive che possano restituire fiducia ed entusiasmo nei confronti di una società che ha tradito le attese e che vive sull’onda lunga di vittorie passate.

 

IL PASSATO Il presidente Claudio Lotito ha risanato il bilancio, ha conquistato 3 trofei importanti e tenuto la Lazio in Europa. Meriti concreti e inoppugnabili, che nessuno può disconoscere, proprio perché appartengono alla storia del suo decennale vissuto da presidente-padrone. Però, nel calcio come nella vita, bisogna rinnovarsi ogni giorno nell’intento di migliorarsi per tenere il passo della concorrenza e per stimolare un popolo che fa della Lazio una questione di vita. C’è chi rinuncia alle vacanze, perseguire la squadra, chi baratta il conto di un ristorante, con il prezzo del biglietto, chi stamale il lunedì quando la Lazio perde il giorno prima. Il calcio non è fatto solo di numeri, di risultati e di bilanci, perché ci sono anche i sentimenti, le passioni e i sogni ad animare le persone, a legarle profondamente alla bandiera. A scandire i ritmi delle giornate. Ed è questo che il presidente Claudio Lotito non ha ancora capito, o fa finta di non capire.

I PROBLEMI
Senza entrare nel merito degli ultimi mercati, rivelatisi autentici flop in entrata, bisogna prendere atto di alcune situazioni che evidenziano meglio di qualsiasi giudizio la realtà. Lotito ha venduto Hernanes, il pezzo pregiato della squadra, per fare cassa senza reinvestire, neppure in parte, la grossa somma intascata. Klose, per rimanere, pretende che vengano acquistati calciatori di livello al fine di allestire una formazione competitiva. Un segnale di come l’unico campione valuti negativamente le risorse tecniche attuali. Ci sono alcuni elementi che, visto l’andazzo in casa Lazio, dove sarà molto difficile tornare a vincere in tempi brevi, preferirebbero cambiare aria e non è escluso che lo chiedano, ammesso che non l’abbiano già fatto. A gennaio, come hanno pubblicamente ammesso sia Reja che Lotito, anche se in discordanza sul numero, dei calciatori hanno rifiutato il trasferimento alla Lazio. Per motivi economici, per la pesante situazione che si è generata, tra il presidente e la tifoseria, per la mancanza di un progetto che possa riportare la squadra ai vertici. Perché andare dove si guadagna meno, c’è un presidente duramente contestato e non si vince? Così, quella che una volta era una società ambita, per una serie di problematiche, è diventata di seconda e terza scelta.

I PRIMAVERA
Lotito ha detto che, nella prossima stagione, verranno portati in prima squadra altri 5 ragazzi della Primavera. La serie A, però, è un pianeta completamente diverso, tutto un altro mondo, dove emergere diventa molto più complicato. Difficile credere che il presidente non lo sappia. Pensare di poter costruire un futuro competitivo, senza ristrutturare l’organico, ma rinnovando i contratti a calciatori arrivati al crepuscolo, e promuovendo tanti giovani in prima squadra, è voler gettare fumo negli occhi. Chi non conosce la realtà biancoceleste non capisce la contestazione verso Lotito ma il presidente dovrebbe porsi qualche domanda e, con calma e obiettività, darsi pure delle risposte. Purtroppo, superato il punto di non ritorno, questa situazione non promette di buono.

Il Messaggero

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy