Lazio: sette partite in 22 giorni

Lazio: sette partite in 22 giorni

La mappa del tour de force: Verona, Londra, Roma, Napoli, Roma due volte e Pescara. E’ l’agenda della Lazio, uno scadenzario che incombe minaccioso sulla testa dei biancocelesti. Godetevela questa pausa di campionato cari ragazzi, non durerà molto e dalla ripresa in poi bisognerà faticare, correre, sgommare. Si ripartirà il…

La mappa del tour de force: Verona, Londra, Roma, Napoli, Roma due volte e Pescara. E’ l’agenda della Lazio, uno scadenzario che incombe minaccioso sulla testa dei biancocelesti. Godetevela questa pausa di campionato cari ragazzi, non durerà molto e dalla ripresa in poi bisognerà faticare, correre, sgommare. Si ripartirà il 16 settembre da Verona, dal match contro il Chievo. Serie A ed Europa League: biancocelesti attesi da un periodo di fuoco. Giocheranno ogni 72 ore Si giocherà alle 12.30, l’anticipo domenicale di campionato sarà servito a pranzo: per Petkovic sarà una prima volta. Sette partite in ventidue giorni, una maratona aspetta la Lazio. Scenderà in campo ogni tre giorni e solo due volte alle 15. L’orologio biologico rischia di andare in tilt, bisognerà farsi trovare pronti ad ogni situazione, ad ogni condizione atmosferica e ambientale, di giorno e di notte. In questo tourbillon  di partite ci sono dentro i sogni e le aspirazioni di una squadra intera e della sua tifoseria, il pathos e le ambizioni, la voglia di continuare a far bene, cercando di vincere e dominare come Petkovic comanda.

LONDRA – Una partita dietro l’altra, fatiche fisiche e stress psicologico da mettere in conto. Il campionato riprenderà al “Bentegodi” di Verona e non ci sarà tempo da perdere perché il debutto nella fase a gironi di Europa League avverrà il giovedì successivo, il 20 settembre. Super appuntamento, la storia farà l’appello: la Lazio sfiderà il Chievo e avrà pochi giorni per preparare la trasferta di Londra, per arrivare pronta alla sfida con il Tottenham. Si giocherà al “White Hart Lane”, sarà un incrocio spettacolare. La Grande Abbuffata calcistica Si ripartirà domenica 16 settembre contro il Chievo. Poi super sfida a Londra con il Tottenham andrà avanti con l’impegno del 23 settembre in campionato. Tutto di corsa, da Londra i biancocelesti rientreranno a Roma in nottata, avranno solo 48 ore di tempo per mettere a punto le strategie anti-Genoa (i rossoblù di De Canio saranno ospitati all’Olimpico). Sarà un mese lunghissimo e caldissimo nonostante il cambio di stagione. Le giornate di campionato si moltiplicheranno, mercoledì 26 settembre è previsto il primo turno infrasettimanale della nuova annata. La Lazio, dopo aver affrontato il Genoa, sbarcherà a Napoli, al S.Paolo si disputerà il match contro gli azzurri di Mazzarri. Si giocherà in notturna, fischio d’inizio fissato alle 20.45.

IL FINALE – La giostra non si fermerà, non sia mai. Gli impegni s’accavalleranno continuamente, sistematicamente, diabolicamente. Da Napoli si tornerà per direttissima a Roma, ci sarà da vivere il doppio incrocio campionato-Europa League: prima il Siena domenica 30 settembre alle 15, poi il Maribor giovedì 4 ottobre alle 19. Non è finita, non c’è ancora da tirare il fiato. Il finale del famoso tour de force si vivrà a Pescara, il traguardo è fissato per domenica 7 ottobre alle 15 in Abruzzo. Trasferta vicina, ma pur sempre faticosa, in agenda anche le gare con Genoa, Napoli e Siena  prima di affrontare Maribor e Pescara cadrà nel ventiduesimo giorno della maratona. La Lazio affronterà i biancazzurri dopo aver girato l’Italia e aver fatto una capatina in Europa, con 6 partite sulle spalle. Cinque impegni di campionato, quindici punti in palio. Due impegni di Europa League che potrebbero indirizzare il futuro nella competizione. Fa bene Petkovic a guardare avanti:  «Affronteremo un mese difficile, decisivo, dovremo farci trovare pronti», dice da giorni. Tutti, nessuno escluso, dovranno farsi trovare sull’attenti, pronti all’utilizzo. E il rientro degli infortunati cadrà come una manna dal cielo. Il tecnico studierà il turnover, non potrà affidarsi agli stessi uomini. Sette partite sono tante, l’organico ampio si rivelerà utile.

I PROGETTI –  Il calendario non darà respiro, la Lazio sarà sballottata da un campo all’altro, da un aeroporto all’altro, da una vigilia all’altra. Che stress per i giocatori, che divertimento per i tifosi. Il popolo laziale si metterà in viaggio, ci sarà a Verona, ci sarà a Londra, in tanti stanno mettendo a punto le trasferte seguendo la mappa del tour de force. Ricapitoliamo: si partirà domenica 16 settembre, si partirà da Verona, da Chievo-Lazio, il pranzo sarà servito alle 12.30. Solo a pensarci viene fame…

fonte: CdS

Simone Davide-Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy