Lazio spietata, ecco i numeri

Lazio spietata, ecco i numeri

In questo inizio di stagione, Cesare Prandelli si è soffermato su due squadre e su due allenatori: la Fiorentina e la Lazio, Montella e Petkovic. Per il ct sono le rivelazioni liete di questo campionato. Uguali nella sorpresa, diverse nel modo di esserlo. Oggi la Lazio ha 6 punti in…

In questo inizio di stagione, Cesare Prandelli si è soffermato su due squadre e su due allenatori: la Fiorentina e la Lazio, Montella e Petkovic. Per il ct sono le rivelazioni liete di questo campionato. Uguali nella sorpresa, diverse nel modo di esserlo. Oggi la Lazio ha 6 punti in più della Fiorentina, che ha perso 4 punti veri e pesanti per colpa sua (rigore sbagliato a 2’ dalla fine e vantaggio sprecato con un uomo in più a Parma) e per colpa di tre sviste dell’arbitro Guida (domenica, col Chievo). Ma se la Lazio può essere la terza candidata, dopo Napoli e Inter, al ruolo di anti-Juve, la Fiorentina è la squadra che più ha fatto soffrire i campioni d’Italia sul piano del gioco.

FREDDEZZA ED
Anche Montella ha una grande qualità, la squadra di Petkovic spicca per la resa offensivaERRORI – Ma come giocano Fiorentina e Lazio? E quali sono i punti in comune e quelli diversi fra le due squadre? C’è un dato statistico che spiega, meglio di altri particolari, quanto viola e laziali siano distanti come impostazione e soprattutto finalizzazione del gioco. In queste prime 8 giornate la squadra di Montella ha tirato in e verso la porta 130 volte, la Lazio si è fermata poco sotto, a 117. Ma guardate cosa accade quando servono freddezza e precisione: su 130 conclusioni, l’attacco della Fiorentina ha inquadrato lo specchio della porta solo 37 volte, in pratica una volta ogni 3 tiri e mezzo; su 117 tiri, la Lazio ha preso la porta in 45 occasioni, vale a dire una volta ogni 2 tiri e mezzo. Terzo passaggio, quello decisivo, i gol: la Lazio ha il secondo attacco del campionato con 15 reti, la Fiorentina ne ha segnate solo 9, alla squadra di Petkovic bastano 8 tiri verso la porta o nello specchio per segnare un gol, a quella di Montella ne occorrono 15, poco meno del doppio. E’ una statistica che rende con chiarezza il modo diverso di stare in campo delle due squadre, la loro diversa interpretazione. La Fiorentina crea molto e segna poco, la Lazio crea quanto basta per segnare molto.

POSSESSO E PASSAGGI – Secondo i dati del sito della Lega di Milano, Fiorentina e Lazio hanno un possesso palla quasi identico. Facendo la media delle 8 gare di campionato, i laziali arrivano a 27’22”, i toscani a 27’20”. Cambia però la zona del campo dove le due formazioni mantengono il possesso del pallone, come indica la supremazia territoriale, cioè il tempo totale di possesso palla di una squadra nella metà campo degli avversari, dove la Fiorentina ha tenuto il pallone per 14’24” (meglio ha fatto solo la Roma con 17’12”). In questa classifica la Lazio è al 14° posto con 9’05”, cinque minuti meno dei viola. Da qui si capisce l’abilità della squadra di Petkovic di sfruttare la velocità della manovra negli ultimi 30-40 metri: per arrivare al gol non ha bisogno di soggiornare in mezzo alla difesa avversaria, come fa invece la Fiorentina dei palleggiatori.

RICCHEZZA DI PASSAGGI – Per rendere ancora più completa l’idea ci si può soffermare sui palloni giocati e sulla percentuale dei passaggi riusciti. In questo caso, la Fiorentina del doppio regista Pizarro-Borja Valero ha il netto sopravvento sulla Lazio: i viola hanno giocato 648 palloni (solo la Roma di più: 790), prima della Lazio ci sono invece 15 squadre visto che di palloni ne ha giocati appena 495. Petkovic non ha bisogno di preparare nei dettagli l’azione d’attacco, punta sulla sveltezza dei suoi rifinitori, mentre la Fiorentina, finora, ha sempre avuto un tocco in più e talvolta un tocco di troppo. Certo, lo spettacolo acquista molto se una squadra (quella di Montella) arriva al 70,7 per cento di passaggi riusciti, ma l’atto finale per ora premia di più la Lazio.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy