Si chiude in attacco..

Si chiude in attacco..

FORMELLO – Sino al 31 agosto mercato in attacco. Due uscite per un ingresso, altrimenti la Lazio resterà così com’è. Tutto e niente può ancora accadere. Tutto deve essere lasciato aperto, sono giorni in cui non esisteranno certezze e il mercato, non solo della Lazio, potrebbe impazzire. Si parte dalle…

FORMELLO – Sino al 31 agosto mercato in attacco. Due uscite per un ingresso, altrimenti la Lazio resterà così com’è. Tutto e niente può ancora accadere. Tutto deve essere lasciato aperto, sono giorni in cui non esisteranno certezze e il mercato, non solo della Lazio, potrebbe impazzire. Si parte dalle possibili cessioni. C’è da piazzare Emiliano Alfaro, acquistato a gennaio per 2,7 milioni. Lo ha richiesto lo Spezia. Lotito chiede 500 mila euro di prestito oneroso, il manager D’Ippolito sta cercando di trovargli una collocazione. Sono ore di grandi riflessioni per Tommaso Rocchi, rimasto malissimo per la tribuna di Maribor e abbracciato da Petkovic al novantesimo di Atalanta-Lazio. Al capitano è arrivata l’offerta dell’Udinese, contratto biennale e la possibilità di giocare con Totò Di Natale quasi certamente la Champions. Rocchi non vuole andar via, ma gli spazi in attacco si sono ristretti. Oggi Oscar Damiani, il suo manager, dovrebbe incontrare la società. Chiederà conto di quali sono le valutazioni e le intenzioni, poi prenderà una decisione con Tommy. Il divorzio è possibile, non sicuro. Lotito ha ribadito la centralità della squadra, la proposta dell’Udinese sta facendo vacillare il capitano. Ma serviranno altri due o tre giorni per mettere a fuoco la situazione.

BOLOGNA –

C’è la fila per Kozak, entrato anche nei pensieri della Fiorentina. E nelle ultime ore sarebbe arrivata l’offerta del Bologna per Floccari: 4,7 milioni di euro per il suo cartellino. Nell’operazione potrebbe entrare anche Luciano Zauri, in uscita dalla Lazio. Per adesso hanno parlato soltanto le due società, ci sarebbe una base d’accordo tra Guaraldi e Lotito, ma non ancora con Floccari. Tra l’altro avrebbe anche altre pretendenti: l’Inter ci penserebbe come vice Milito. Petkovic lo ritiene oggi primo cambio di Klose, ma è chiaro che un’offerta di questo livello per il centravanti calabrese, in scadenza 2014, debba essere valutata per forza dalla società. Mauro Zarate ha intenzione di scollinare la data del 31 agosto per restare alla Lazio, ma è anche chiaro che in questi giorni potrebbero spuntare chissà quante offerte. L’argentino era avvilito per non aver giocato a Bergamo, com’è naturale, ma è anche intenzionato a vincere la sfida, dimostrando il suo valore e tornando quello che era nella prima stagione laziale. E’ chiaro che Lotito si aspetta altri segnali, Maurito deve accettare la concorrenza. Ed è anche evidente che la società si debba tutelare rispetto alla scadenza del contratto nel 2014 dopo un investimento colossale. La spalmatura dell’ingaggio (ci sono già stati, sotto traccia, diversi colloqui) e quello che Lotito ha definito il “processo di riconversione” restano all’ordine del giorno e dei pensieri. Con la variabile imprevedibile del mercato: se Zarate accetta di rientrare nel progetto, bene. Se dovessero arrivare proposte importanti e attraenti per l’argentino (difficile) anche in queste ore tutto sarebbe possibile.

ABDELLAOUE –

Questa è la situazione, sviluppi e aggiornamenti di ora in ora. Lotito ha in mente un finale scintillante e sorprendere. un colpo in attacco per chiudere le operazioni. Ieri è stata confermata l’indiscrezione e l’interesse per Mohammed Abdellaoue, norvegese-marocchino dell’Hannover, 26 anni, scadenza di contratto nel 2014. La Lazio avrebbe offerto 7 milioni, ma il club tedesco ne chiede almeno 8. Di sicuro è un attaccante che piace molto al ds Tare. Ha realizzato 21 gol in 54 partite di Bundesliga, 2 in Coppa di Germania, 3 in Europa League. Con la nazionale norvegese 21 presenze e 5 reti. Prima o seconda punta, progressione e caratteristiche che potrebbero avvicinarlo (nei movimenti) a Yilmaz. Ma occhio a non considerarlo per forza come l’obiettivo principale della Lazio. Nei pensieri di Lotito e Tare ci sarebbero anche altri nomi, ancora da scoprire. Ma le sorprese e le occasioni a volte si nascondono dietro l’angolo…

(fonte Cds)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy