Ledesma,”Vogliamo vincere tutto”

Ledesma,”Vogliamo vincere tutto”

 E’ capitan Europa, bisogna seguirlo, fa strada: «La Juve e il Napoli hanno allungato in classifica? Non credo che per questo motivo debbano essere cambiati i nostri obiettivi. La Juve può perdere e si è visto, anche il Napoli può cadere. Noi dobbiamo pensare a dare il massimo in tutte…

 E’ capitan Europa, bisogna seguirlo, fa strada:  «La Juve e il Napoli hanno allungato in classifica? Non credo che per questo motivo debbano essere cambiati i nostri obiettivi. La Juve può perdere e si è visto, anche il Napoli può cadere. Noi dobbiamo pensare a dare il massimo in tutte e tre le competizioni. Non molliamo il campionato, andiamo avanti per restare in corsa sino alla fine su tutti i fronti» . Capitan Europa è Cristian Ledesma, indosserà lui la fascia stasera. Mauri è in bilico tra panchina e tribuna, non è al top. Ledesma sta benone, ha le idee chiare e una fame di vittorie travolgente:  «Non siamo una squadra capace di gestire
«Non fa per noi gestire le gare Attaccheremo per imporre il nostro gioco. Stiamo bene e siamo in forma. E abbiamo buoni margini per migliorare»le partite, faremo il massimo per imporre il nostro gioco, per portare a Roma un risultato positivo. Sappiamo che sarà una partita molto difficile, siamo pronti» .
E’ pronto Ledesma, è pronta la Lazio. Se gira lui, gira tutta la squadra. Capitano e leader, ha lanciato l’assalto al Borussia parlando in conferenza stampa:  «La qualificazione agli ottavi di finale si giocherà nel doppio confronto, saranno 180 minuti tirati. Io posso solo dire che ci sentiamo bene, in forma, vogliamo dire la nostra. E’ questo lo stato d’animo della Lazio, la determinazione che ci carica, dobbiamo dimostrare tutto questo in campo» .
FAME E DIFETTI – E’ una Lazio affamata, figlia di Petkovic:  «Sappiamo che possiamo migliorare in certi aspetti, ma sappiamo anche di aver fatto vedere cose positive in questa stagione, vogliamo proseguire sulla strada già tracciata» . E’ una Lazio con qualche difettuccio, spesso si fa raggiungere, lascia punti per strada. E’ una Lazio pronta per vincere, sa che può essere l’annata giusta. E’ una Lazio che si sente più forte del passato. Un anno fa non riuscì a superare i sedicesimi di finale, quest’anno vuole farcela, il passaggio del turno non si verifica dal 2003:  «Fare differenze con l’anno scorso non è giusto. La squadra arriva all’appuntamento europeo in buone condizioni mentali e fisiche. Dobbiamo solo pensare al presente. Noi crediamo nel lavoro che stiamo svolgendo, può darci grandi frutti».

L’ESPERIENZA – E’ saggio Ledesma, non spreca mai le parole, le misura, sa toccare i punti giusti. Ha maturato esperienza europea, ha giocato in Champions e in Europa League, ha totalizzato trenta presenze nelle competizioni internazionali. E’ una guida in campo, è un punto di riferimento per i tecnici e per i compagni. Gli equilibri dipendono da lui, è il fulcro del centrocampo, è l’ago della bilancia. Tutti possono incappare in una giornata storta, capita anche ai grandi campioni. Ledesma ha una continuità di rendimento speciale, prepara ogni partita al massimo, sa trasmettere grinta e fame ai compagni. Capitan Europa sogna di vincere con la Lazio, sogna di alzare al cielo un trofeo internazionale. Ha sposato i colori biancocelesti, s’è legato a vita al mondo laziale. E’ un tifoso in campo, ha acquisito i valori cari alla società, lo spirito che la anima. Il tempo delle tensioni con Lotito appartiene al passato, è una storia archiviata. Ledesma è un figlio della Lazio, è l’uomo che sa rappresentarla, è l’uomo che sa difenderla. Sarà una battaglia stasera, serviranno undici leoni, non è solo un canto da intonare. Serviranno combattenti veri per centrare l’impresa nell’arena del Borussia. Ledesma terrà alta la bandiera biancoceleste, merita di portarla in giro per l’Europa.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy