Lotito e la norma Noif

Lotito e la norma Noif

Come può Lotito, già presidente della Lazio, diventare proprietario di un’altra società professionistica? La domanda è ancora senza risposta. I vertici della Figc sono al lavoro per risolvere un caso spinoso: come permettere compartecipazioni societarie in un calcio che ha estremo bisogno di imprenditori che vogliano impegnarsi anche nelle categorie…

Come può Lotito, già presidente della Lazio, diventare proprietario di un’altra società professionistica? La domanda è ancora senza risposta. I vertici della Figc sono al lavoro per risolvere un caso spinoso: come permettere compartecipazioni societarie in un calcio che ha estremo bisogno di imprenditori che vogliano impegnarsi anche nelle categorie inferiori.

Il testo – L’articolo 16 delle Noif non ammette « partecipazioni o gestioni che determinino in campo al medesimo soggetto controlli diritti o indiretti in società appartenenti alla sfera professionistica». Discorso chiuso? Non proprio, ma per modificare la norma è necessario che si pronunci l’assemblea statutaria e i tempi non appaiono brevissimi, anche se un’apertura sul tema è attesa per la stagione 2013-2014.

La deroga – In attesa che il gruppo di lavoro formato dai tre vicepresidenti federali (Albertini, Macalli e Tavecchio) proponga una soluzione tecnica, la scorsa estate Lotito ha incassato il sì del Consiglio Federale (una moratoria temporanea?) all’iscrizione. Il problema pratico potrebbe esplodere in Tim Cup: se la Salernitana dovesse andare avanti nella competizione e arrivare alla fase finale, come ci si comporterebbe davanti a una sfida Lazio-Salernitana?

 

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy