Mauri ancora in dubbio

Mauri ancora in dubbio

 Il dubbio è un incubo: Lulic e Mauri sono acciaccati, proveranno a stringere i denti. La fascia sinistra preoccupa Petkovic, da questa parte attaccherà Cuadrado. Cavanda è in preallarme, ma nelle ultime uscite è calato. Radu al massimo può reggere un tempo e rendersi utile in corsa. Ecco perchè Vlado…

 Il dubbio è un incubo: Lulic e Mauri sono acciaccati, proveranno a stringere i denti. La fascia sinistra preoccupa Petkovic, da questa parte attaccherà Cuadrado. Cavanda è in preallarme, ma nelle ultime uscite è calato. Radu al massimo può reggere un tempo e rendersi utile in corsa. Ecco perchè Vlado spera di puntare su Lulic terzino e Mauri esterno offensivo. Sono stati convocati insieme a Klose, si deciderà all’ultimo se schierarli entrambi oppure no. Ieri hanno corso a parte, Mauri ha forzato meno rispetto agli altri compagni. Ad Atene è uscito nell’intervallo: botta alla tibia sinistra e indurimento del polpaccio. Farlo giocare può essere rischioso, col polpaccio non si scherza.

L’UNDICI TIPO -Petkovic spera di recuperare tutti, l’ha detto in conferenza. La Lazio ieri ha raggiunto Firenze in treno, 23 convocati, fuori Zarate. E’ la seconda esclusione nelle ultime 3 partite di A (non partì per Pescara). E’ una scelta tecnica, in Grecia ha giocato nel secondo tempo. Non si tratta di una giustificazione, ma pronti-via ha preso una botta che l’ha limitato. Alla base della decisione ci sono comunque altre motivazioni. Mauro non convince e l’allenatore ha preferito portare a Firenze Radu (convocato in campionato dopo 6 mesi), Onazi (può essere utile a centrocampo) e Rocchi (c’è l’intenzione di farlo debuttare in corsa). I rebus riguardano tutta la fascia sinistra, il resto della Lazio è deciso: davanti a Bizzarri ci saranno Konko, Biava e Dias. Centrocampo con Ledesma perno basso, sono certi del posto Candreva, Gonzalez ed Hernanes. Klose centravanti.

I CONVOCATI -Cambio tra i portieri: il terzo sarà il baby Thomas Strakosha, figlio d’arte, estremo difensore albanese ex Panionios che Tare ha acquistato per la Primavera. Strakosha s’affiancherà a Bizzarri e Carrizo, ha preso il posto di Scarfagna (s’è infortunato ieri). Per Brocchi seconda panchina di fila in A:  «Entrando col Milan ha dimostrato a se stesso che può giocare ancora a questi livelli, sta crescendo», ha detto Petkovic. Ciani, titolare in Europa, sarà tra le riserve:  «Ad Atene mi è piaciuto di più, deve superare insicurezza e certe difficoltà tecniche. A volte in partita sbaglia i passaggi, in allenamento no». Diakitè è considerato:  «Fa parte del gruppo – ha chiuso Petkovic –  gli servono le partitelle per entrare in forma. Non bruceremo le tappe come fatto con Radu».

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy