Mauri lavora per lo Stoccarda

Mauri lavora per lo Stoccarda

Rientrata nella notte da Milano, la Lazio oggi potrà godere di un giorno di riposo. Petkovic ha fissato la ripresa per domani a Formello, quando scatteranno le manovre di avvicinamento all’impegno di Europa League con lo Stoccarda. Il tecnico aspetta buone notizie da Mauri. Ci sono possibilità, non certezze, di…

Rientrata nella notte da Milano, la Lazio oggi potrà godere di un giorno di riposo. Petkovic ha fissato la ripresa per domani a Formello, quando scatteranno le manovre di avvicinamento all’impegno di Europa League con lo Stoccarda. Il tecnico aspetta buone notizie da Mauri. Ci sono possibilità, non certezze, di recupero. Il capitano si era infortunato sabato 9 febbraio nei primi minuti dell’anticipo di campionato con il Napoli, inciampando sul pallone. Ha riportato una distorsione alla caviglia destra con l’allungamento dei muscoli peronei. Ha lavorato con un fisioterapista di origine svizzera, appena entrato nello staff della Lazio e che in passato aveva aiutato Behrami a uscire da un terribile infortunio al ginocchio. Mauri ha ripreso a correre con cautela e nelle prossime ore si valuterà la reazione. Già domani verrà fatto il punto e si prenderà una decisione. Petkovic spera di poterlo convocare per Stoccarda, ma non ci sono ancora certezze e il tecnico ragionerà anche nella logica dei prossimi impegni. Domenica prossima allo stadio Olimpico affronterà un altro spareggio Champions con la Fiorentina, giovedì 14 è in calendario il ritorno degli ottavi di Europa League con i tedeschi. Senza Mauri, Petkovic ha impiegato a tempo pieno Lulic e Candreva come centrocampisti esterni e sta reinserendo gradualmente Ederson, ancora alla ricerca della condizione fisica migliore.

KLOSE – Domani volerà a Monaco di Baviera per sostenere nuovi controlli. Negli ultimi dieci giorni Miroslav ha utilizzato un tutore e ha lavorato blandamente in palestra. Il 3 febbraio a Marassi, steso da un tackle di Manfredini, aveva riportato una lesione al legamento collaterale esterno del ginocchio destro. Ha portato il gesso nei primi venti giorni di convalescenza, tenendo di fatto la gamba immobilizzata per un mese. La risonanza magnetica dovrà stabilire se la lesione del legamento si è cicatrizzata o meno. E’ un appuntamento fondamentale per stabilire con precisione i tempi di recupero. Per la rieducazione del ginocchio e per tornare ad allenarsi con intensità, deve essere completata la guarigione clinica. E poi occorre un altro mese pieno di lavoro. Se il professor Wolfharth domani dovesse dare il via libera, Klose riprenderebbe a forzare. Petkovic e la Lazio lo attendono in campo per i primi giorni di aprile. L’obiettivo è tornare per il derby (7 aprile) o per il big-match con la Juventus all’Olimpico della domenica successiva. Sarebbe già un successo rivederlo nei tempi previsti (2 mesi), pronto per la volata Champions. Nella stagione passata Reja lo perse sul più bello. Quest’anno può farcela.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy