MERCATO-Il Napoli vince per Diakitè

MERCATO-Il Napoli vince per Diakitè

Ha fatto arrabbiare Lotito, ha quasi fatto arrabbiare Moratti che se lo era visto «abbinare» dal collega romano. Il protagonista è Modibo Diakite, difensore francese separato in casa con la Lazio da mesi (si allena a parte con Zarate e Foggia), precisamente da quando ha rifiutato tutte le offerte di…

Ha fatto arrabbiare Lotito, ha quasi fatto arrabbiare Moratti che se lo era visto «abbinare» dal collega romano. Il protagonista è Modibo Diakite, difensore francese separato in casa con la Lazio da mesi (si allena a parte con Zarate e Foggia), precisamente da quando ha rifiutato tutte le offerte di rinnovo (l’ultima da 830 mila euro circa) e ha deciso di sposare un nuovo progetto per il prossimo anno. Già, perché Diakite da luglio sarà un giocatore del Napoli: il francese ha scelto e tra pochi mesi, libero da vincoli contrattuali, cambierà maglia. Il d.s. azzurro Bigon, con un corteggiamento effettuato nei tempi consentiti dai regolamenti, ha anticipato la concorrenza (sempre forte quando si parla di giocatori a scadenza) e ha rimpiazzato la prevista partenza di Campagnaro che ha già trovato l’intesa con l’Inter per il prossimo anno.

Concorrenza
Diakite, assistito in questi mesi così delicati dall’agente Ulisse Savini, è stato nel mirino della Juventus (il duo Marotta-Paratici ha sempre le antenne dritte sui parametri zero) e dell’Inter (anche se in forma meno intensa e convinta), ma alla fine il 25enne francese ha scelto il Napoli nonostante le ricche tentazioni dall’estero di Liverpool, Stoccarda e Anzhi: per il giocatore c’è un contratto di 4 anni da circa 900 mila euro a salire, cifra superiore a quella propostagli dalla Lazio fino a poco tempo fa per porre fine a un braccio di ferro che in pratica dura dalla scorsa estate con i no a Bordeaux, Fiorentina e Genoa.

Separato in casa
Quest’anno Diakite si è visto pochissimo in campo: sei panchine in campionato senza mai entrare, escluso dalla lista dell’Europa League, soli 83 minuti in Coppa Italia in Lazio-Siena (19 dicembre). Malanni? Zero. Semplice: senza la firma il francese è stato considerato inevitabilmente fuori dal progetto e Petkovic ha avallato la linea del club: perché valorizzare un giocatore che presto sarà libero di firmare per altri club? Lotito aveva individuato nell’Inter la squadra che esercitava un fascino irresistibile sul giocatore, e a inizio dicembre Moratti, già alle prese col caso Sneijder e stufo di essere tirato in ballo per il francese, aveva chiuso l’argomento con un perentorio «Ma chi è Diakite?». Poi i forti «sospetti» sulla Juventus. Ora il giallo è risolto: Diakite ha scelto il Napoli.

La Gazzetta dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy