#MERCATOLIVE – Lazio, caccia al numero 10. E Morrison…

#MERCATOLIVE – Lazio, caccia al numero 10. E Morrison…

ROMA – La Samp punta Radu, la Lazio pensa a Soriano. Sarebbe un bel rinforzo per il centrocampo, un altro incursore da aggiungere a Parolo. Mezz’ala nel centrocampo a tre oppure trequartista. Ha il contratto in scadenza nel 2017, 4 gol e 4 assist nell’ultimo campionato, 33 presenze e la…

ROMA – La Samp punta Radu, la Lazio pensa a Soriano. Sarebbe un bel rinforzo per il centrocampo, un altro incursore da aggiungere a Parolo. Mezz’ala nel centrocampo a tre oppure trequartista. Ha il contratto in scadenza nel 2017, 4 gol e 4 assist nell’ultimo campionato, 33 presenze e la convocazione del ct Conte in nazionale. Classe ‘91, nato a Darmstadt in Germania da genitori italiani, Ferrero lo valuta 12 milioni di euro. Prezzo elevato, ma Lotito e il ds Tare potrebbero provarci, magari inserendo una contropartita tecnica per abbassare il conguaglio. Nei discorsi con il club blucerchiato per Eder, Keita e Radu è entrato anche Soriano. Sembra sia stato bocciato, perché ci sono troppi dubbi sul suo rendimento e sui suoi infortuni, il francese Gourcuff, ex Milan, svincolato dal Lione. Nei giorni scorsi era emersa l’indiscrezione, subito smentita, di un interesse per Riccardo Saponara, entrato nel mirino del Napoli. I nomi e le voci segnalano un mercato di nuovo attivo in direzione trequartista. Ci sono dei dubbi sulla permanenza di Mauri e in sospeso c’è anche la posizione di Morrison. E allora potrebbero cambiare all’improvviso le strategie dei dirigenti biancocelesti, costretti a riaprire la caccia per un ruolo che ritenevano coperto con due giocatori. Trequartisti. Soriano, dal punto di vista tecnico, sarebbe un bel rinforzo per il progetto della Lazio. Centrocampista moderno e di grande gamba, in nazionale si è mosso accanto a Candreva, sa interpretare più ruoli. Una mezz’ala di spinta, un altro italiano per rendere la squadra biancoceleste meno straniera. Considerando Parolo e Cataldi, Pioli si ritroverebbe a gestire il centrocampo azzurro del futuro. Non sarebbe male. E poi ci sono gli interrogativi nati sulla trequarti nelle ultime due settimane. Il QPR insegue Ravel Morrison. Les Ferdinand, dirigente del club londinese, lo ha dichiarato apertamente al Mirror. «E’ un giocatore di talento, ci piacerebbe riaverlo con noi. Può aver commesso alcuni errori, ma è giovane, ha solo 22 anni, il tempo è dalla sua parte. Ho visto le qualità che ha e posso dire che sarebbe una grande risorsa. Se riusciremo a portarlo qui, faremo di tutto per cercare di tirare fuori il meglio da lui». La Lazio si stava interrogando sulle motivazioni e l’affidabilità dell’inglese, le incognite potrebbero essere superiori al talento. Tra febbraio e maggio non si è allenato molto, ogni settimana non vedeva l’ora di tornare a Londra. La Lazio vuole solo giocatori super motivati e allora il suo acquisto, non ancora ufficiale, era tornato in discussione. Dopo qualche giorno Tare ha eliminato i dubbi: «Morrison resta con noi». Ma il QPR continua il suo pressing, così come in settimana si chiarirà anche il destino di Stefano Mauri. Il capitano deve discutere il rinnovo con Lotito, ma potrebbe essere attratto da un’esperienza in Major League, di cui si parlava anche l’estate scorsa. A 36 anni potrebbe fare una scelta diversa: è in bilico, non ci sono certezze. Il calcio di Pioli passa attraverso il numero 10, il mercato potrebbe riservare sorprese.

 

In sospeso. Questa settimana, finalmente, i dirigenti e l’avvocato Bozzo, l’agente di Marchetti, dovrebbero incontrarsi per trovare l’intesa e firmare il rinnovo del contratto in scadenza 2016. Pioli lo considera il titolare e anche Lotito non ha intenzione di togliere certezze alla squadra. Non prolungare, significherebbe cederlo e tornare sul mercato per acquistare un portiere dello stesso livello. Impresa non semplice e costosa. Aspetta un segnale dalla società, anche solo per un addio, Cristian Ledesma, il più vicino di tutti alla scadenza, datata 30 giugno. Non sembra rientrare nel progetto, ma sino a quel giorno si sentirà ancora della Lazio e ha congelato le ipotesi legate al suo futuro. Ha 32 anni, è integro e anche quest’anno non ha saltato un allenamento. (Corriere dello Sport)

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy