Occhi su Abrashi

Occhi su Abrashi

Occhi in Svizzera, occhi su Amir Abrashi, centrocampista del Grasshoppers, under 21 svizzero, classe 1990. Stanno rimbalzando tanti nomi dal campionato elvetico, è un calcio che Petkovic conosce alla perfezione, forse non è solo un caso. Abrashi ha origini kosovare, è un centrale, la Lazio l’avrebbe fatto visionare due volte.…

Occhi in Svizzera, occhi su Amir Abrashi, centrocampista del Grasshoppers, under 21 svizzero, classe 1990. Stanno rimbalzando tanti nomi dal campionato elvetico, è un calcio che Petkovic conosce alla perfezione, forse non è solo un caso. Abrashi ha origini kosovare, è un centrale, la Lazio l’avrebbe fatto visionare due volte. Ha un costo che s’aggira attorno al milione di euro e un contratto in scadenza nel 2014. E’ alto 1,72, qualcuno lo associa a Gattuso per caratteristiche tecniche. Potrebbe essere un profilo interessante per il centrocampo, un vice Brocchi è bene crescerlo in casa.

IL PROFILO – Abrashi quest’anno ha totalizzato 12 presenze in Super League, ha segnato due gol. E’ un mediano che fa della corsa una delle caratteristiche principali, non è molto alto, sa farsi valere negli scontri di gioco. Nell’under 21 ha giocato 16 volte, ha fatto tutta la trafila nelle giovanili. Ha origini kosovare, ma è nato in Svizzera. Nel febbraio 2012 s’è fatto male ad un ginocchio, si ruppe il legamento crociato. L’infortunio è stato superato, nell’annata in corso ha giocato anche in Coppa Svizzera.

HAJROVIC – Abrashi è compagno di Izet Hajrovic, l’altro centrocampista del Grasshoppers entrato in ottica biancoceleste. Hajrovic è classe 1991, a novembre ha debuttato nella Nazionale maggiore guidata dal cittì Hitzfeld. Ha un ruolo diverso, è più esterno, è un’ala destra, sa trovare la rete. In stagione ha realizzato 6 gol in 17 presenze di Super League, questi numeri valgono per certificare la sua propensione offensiva. Non ha un costo elevato, il mercato svizzero è facilmente praticabile, da anni sta battezzando tanti talenti interessanti. Alla Lazio un giocatore come Hajrovic si ritaglierebbe il ruolo di vice Candreva, un’alternativa all’esterno romano potrebbe essere utile. Hajrovic è stato accostato anche all’Udinese, è seguito da vari club. Lui e il compagno Abrashi sono da tenere in considerazione per il futuro.

La Lazio sta seguendo da vicino il campionato svizzero, l’esperto si chiama Vladimir Petkovic. Tare avrebbe sguinzagliato i suoi osservatori, vuole tenere sotto osservazione alcune pedine. Petkovic è una garanzia, conosce il calcio internazionale, è un attento studioso, guarda tante partite, se lo riterrà opportuno segnalerà alcuni nomi al club. E’ un tecnico che rispetta i ruoli, si fida del suo direttore sportivo, ma un occhio in più sul mercato non guasta.

Il Corriere dello Sport

Cittaceleste

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy